Catello Maresca promette: “Con me Napoli sarà la città delle regole”

catello marescaNapoli Si avvicina sempre di più il giorno delle elezioni comunali, tornata che consegnerà ai partenopei un nuovo primo cittadino dopo dieci anni di amministrazione guidata da Luigi de Magistris. Ogni candidato illustra quali saranno i punti del proprio operato, qualora riuscissero a insediarsi a Palazzo San Giacomo. Oggi la Fondazione Valenzi ha ospitato Catello Maresca che, da magistrato, non poteva non discutere della questione legalità: “Napoli città delle regole”, ciò è quanto si auspica il candidato del centro destra.

LEGGI ANCHE – La Lega Nord via da Napoli: confermata l’esclusione alle elezioni con altre 2 liste di Maresca

Maresca ha aperto il suo discorso rimarcando le due questioni che a suo avviso sono fondamentali per i prossimi cinque anni di sindacatura della città di Napoli: l’agibilità finanziaria e le risorse umane. Sul tema dell’agibilità finanziaria ha evidenziato l’importanza per il futuro sindaco di avere un quadro preciso dell’indebitamento comunale e della natura dei debiti stessi. Sull’esigenza di riequilibrare le finanze comunali, si è soffermato sulla necessità di rendere più efficiente l’ufficio riscossione, “da realizzarsi”, ha detto, “anche con partnership di soggetti privati”.

Il magistrato ha proseguito il suo intervento centrando l’attenzione sul tema della sicurezza urbana, rimarcando il ruolo del sindaco come figura necessaria nell’elaborazione di strategie di ordine pubblico. Su questo versante, ha osservato “il sindaco può ricoprire un ruolo da protagonista nella lotta all’abusivismo, alla contraffazione, e più in generale al recupero del controllo del territorio”. In questo senso ha ricordato l’importanza di prevedere una gestione più disciplinata della “movida” cittadina, anche attraverso strumenti di autorizzazione da concedere alle attività commerciali di intrattenimento e di ristoro.

Concludendo il candidato sindaco ha auspicato che da qui a qualche anno si possa parlare di “Napoli come città delle regole”. Regole, ha ribadito, che riguardano il vivere civile e il rispetto di alcune basilari norme di convivenza, quali ad esempio l’osservanza della pratica della raccolta differenziata in città.

Infine Maresca ha racchiuso in tre punti la sua visione della Napoli del futuro: sicurezza urbana, burocrazia efficiente e rilancio e ampliamento delle infrastrutture.

Il ciclo di incontri con i candidati a sindaco della città di Napoli promosso dalla Fondazione Valenzi, iniziato lunedì 13 settembre con il candidato Gaetano Manfredi, e proseguito martedì 14 settembre con il candidato Antonio Bassolino, si concluderà venerdì 24 settembre con la candidata Alessandra Clemente alle ore 11, e i candidati Matteo Brambilla, Giovanni Moscarella e Rossella Solombrino alle ore 12.

Potrebbe anche interessarti