PNRR, Manfredi: “Dobbiamo evitare infiltrazioni della camorra”

gaetano manfrediNapoli Gaetano Manfredi lavora per la messa in sicurezza dei fondi del Pnrr rispetto a possibili infiltrazioni della camorra. Chi segue un minimo le dinamiche della criminalità organizzata sa bene che, questa, si muove lì dove individua risorse economiche: “Segui i soldi e troverai la mafia”, diceva il giudice Falcone. Ma proprio alla luce di ciò è opportuno predisporre degli strumenti utili a prevenire che la malavita metta le mani sulle risorse pubbliche, ed è per questo che nei prossimi giungerà a Napoli il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, con il compito di decidere con la Prefettura quali procedure usare nella scelta delle imprese che dovranno eseguire i progetti.

Pnrr e infiltrazioni della camorra: nei prossimi giorni il piano per Napoli

“Ci sono finanziamenti importanti quindi è necessario che sia un’attenzione particolare per evitare che ci siano infiltrazioni della camorra, sia nell’aggiudicazione dei lavori e sia nello svolgimento. Di questo stiamo discutendo con la Prefettura. Venerdì ci sarà anche il Ministro dell’Interno a Napoli, con cui ci stiamo confrontando. È molto importante che queste procedure vengano messe in campo proprio perché tra poco partiremo con le gare, visto che si stanno completando le progettazioni. Questa è una grande criticità, non ci possiamo permettere nessun rischio di infiltrazione, però per far questo abbiamo bisogno di strumenti straordinari proprio perché poi è anche difficile in alcuni casi riuscire a discriminare le imprese sane da quelle che potrebbero essere infiltrate. Da questo punto di vista non abbiamo strumenti efficaci, se non un’azione di coordinamento forte che deve essere messa in campo da Prefettura e Ministero dell’Interno”.

Potrebbe anche interessarti