ELEZIONI/ Altro che Reddito di Cittadinanza, Napoli non va a votare. I dati sull’affluenza alle urne

reddito di cittadinanza
Le Elezioni 2022 sembravano essere un referendum sul Reddito di cittadinanza, ma non è stato così: affluenza bassa a Napoli e al Sud

Elezioni Politiche 2022 – Sono molto bassi i dati percentuali sull’affluenza alle urne a Napoli, così come generalmente in Campania e nell’intero Sud. Il Mezzogiorno dimostra una disaffezione rispetto alla politica: da più parte si aspettavano, infatti, una corsa al voto dei meridionali finalizzata alla conservazione del Reddito di cittadinanza, ma così non è stato.

Elezioni Politiche 2022: i dati sull’affluenza a Napoli e in Campania

I dati ufficiali del Ministero dell’Interno riportano una percentuale di affluenza alle urne del 64,06%, quasi dieci punti in meno rispetto al 73,94% del 2018. La Campania è sotto questa media e non di poco, con un’affluenza del 53,95%. Nella provincia di Napoli il dato sull’affluenza è del 51,66%. Quella di Avellino è al 58,16%, la provincia di Benevento al 59,08%; la provincia di Caserta al 52,69% e quella di Salerno al 56,59%. Nelle restanti regioni meridionali pure si registra un calo di affluenza.

Intorno alla mezzanotte è stato reso ufficialmente noto il dato su Napoli: 49,75%.Percentuale in forte calo rispetto al 60,52%, e che conferma il trend mostrato non solo durante la giornata nel capoluogo (11,39% alle ore 12 e 36,78% alle ore 19), ma in tutti i Comuni della provincia rispetto al 2018.

Una giornata di forte maltempo

Sulla corsa alle urne ha influito pure il maltempo: una forte pioggia si è abbattuta pressoché tutto il giorno sulla città. Il Comune di Napoli ha informato che sono stati circa 60 gli interventi effettuati insieme alla Napoli Servizi nei seggi elettorali nella sola giornata di oggi, domenica 25 settembre, a seguito di segnalazioni dovute ai danni e agli allagamenti per le forti piogge.

Gli Exit Poll delle Elezioni Politiche 2022

Gli Exit Poll, nel frattempo, dànno il centro destra nettamente avanti rispetto ai principali avversari, ossia la coalizione di centro sinistra. Al terzo posto tiene il Movimento 5 Stelle, seppur con un risultato neanche paragonabile a quello del 2018. Il miglior partito sembra essere, senza alcun dubbio, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.


Potrebbe anche interessarti