Borrelli perde la prima battaglia in Parlamento: niente arresto per i parcheggiatori abusivi

Francesco Emilio Borrelli in Parlamento
Francesco Emilio Borrelli in Parlamento

Francesco Emilio Borrelli perde – almeno per adesso – la prima battaglia in Parlamento. La proposta di prevedere l’arresto per i parcheggiatori abusivi, oltre che per chi gestisce le occupazioni abusive di immobili per conto dei clan di mafia e camorra, ha avuto infatti parere negativo dal Governo.

Niente arresto per i parcheggiatori abusivi: parere negativo per l’ordine del giorno di Borrelli

Borrelli ha tuttavia annunciato che la sua battaglia non cesserà, d’altra parte è quella che lo ha reso più celebre negli anni trascorsi da consigliere regionale della Campania. Il deputato aggiunge che nel frattempo la proposta “presentata dal Terzo Polo che propone di cancellare la riforma Bonafede, la cosiddetta Spazzacorroti, ha avuto parere favorevole”.

“Sono deluso ma non abbattuto”

“Mi pare che si stia andando verso una direzione sbagliata, quella che auspicavo si evitasse. Resta quindi sempre la solita solfa, si tutelano corrotti e criminali mentre chi rispetta le regole viene lasciato in balia di che le regole le crea da sé? Sono deluso ma non abbattuto. Continuerò a seguire il mio percorso verso la difesa dei più deboli e contro i criminali e i clan che infestano i nostri territori”.


Potrebbe anche interessarti