Vesuvio sorvegliato speciale. Gli esperti rassicurano, non c’è niente da temere

Campi Flegrei e Vesuvio

Vesuvio sorvegliato speciale. Nonostante si registrino nuove scosse ogni giorno gli esperti placano ogni tipo di allarme, il Vesuvio è sotto controllo e non ha intenzione di esplodere, almeno non ora. A dirlo una rete perfetta di sensori, fra i più moderni e sofisticati del mondo, che oramai da tempo controlla ogni minima attività del vulcano, sia di notte che di giorno.

Ma non solo il Vesuvio, i macchinari tengono oramai sotto stretta sorveglianza tutti i crateri, compresi quelli flegrei ritenuti da molti una vera e propria bomba ad orologeria capace di spazzare via l’intero comprensorio, compresa la città di Napoli.

Ventiquattro stazioni di sorveglianza (di cui cinque mobili) posizionate strategicamente in alcuni dei punti più caldi dell’area vesuviana, cinquanta collocate nell’area napoletana, dalle sponde del Vesuvio e dei Campi Flegrei, fino a raggiungere i confini con l’Appennino irpino.

Non c’è da temere, l’Osservatorio Vesuviano rassicura i cittadini, il Vesuvio sta ancora dormendo, ed è giusto che lo si lasci riposare in pace, pur mantenendo alta l’attenzione sui rischi e i pericoli derivanti da una possibile eruzione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più