Alta Velocità Napoli-Bari, 1 miliardo per la tratta Orsara-Hirpinia: creati 15mila posti di lavoro

webuildUn miliardo di euro per costruire la tratta Orsara-Hirpinia sulla linea Napoli-Bari. Un contratto che si è aggiudicato dal Gruppo Webuild per il cliente Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane): i lavori consentiranno l’ultimazione di 28 chilometri di strada ferrata, di cui ben 27 in galleria. Il progetto permetterà la creazione di 15mila posti di lavoro.

LEGGI ANCHE – Progetti per lo sviluppo del Mezzogiorno: si assumono 100 ingegneri del Sud

Il consorzio che eseguirà i lavori vede a capo Webuild con una quota del 70%, insieme a Pizzarotti (30%). Il nuovo risultato segue la recente aggiudicazione di un altro lotto di 11,8 km della stessa linea, tra Orsara e Bovino e del valore di 367,2 milioni di euro.

“L’intervento – rende noto Webuild – della Orsara-Hirpinia inizia, lato Bari, in adiacenza al corpo ferroviario già realizzato nell’ambito della tratta Bovino-Orsara, con la demolizione del ramo di collegamento provvisorio alla linea storica e la realizzazione della stazione Orsara. Dopo un breve tratto in rilevato è presente il Viadotto Cervaro lungo circa 314 metri, dopo il quale, lato Napoli, inizia la galleria Hirpinia della lunghezza complessiva di circa 27 km”.

La linea ferroviaria Napoli-Bari una volta ultimata collegherà le due principali città del Sud in sole due ore, dimezzando gli attuali tempi di percorrenza. Bari sarà collegata direttamente a Milano, saranno necessarie sei ore di viaggio.

La tratta Napoli-Cancello, cui sta lavorando ancora il Gruppo Webuild, consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione AV di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo Webuild, stazione che una volta operativa diventerà hub per l’interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. Il tracciato si articola per circa 15,5 km nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta della linea in costruzione, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico.

Potrebbe anche interessarti