Luci di Natale anche sugli scogli del lungomare. La polemica: “Ostacolano la vista di Castel dell’Ovo”

luminarie scogli castel dell'ovo
Foto: Gianni Simioli

Le luminarie anche sugli scogli del lungomare e in prossimità di Castel dell’Ovo. Continuano le polemiche a Napoli per luci che la Camera di Commercio sta installando in città ormai da qualche settimana, con molto anticipo rispetto al periodo natalizio, per poter coprire in tempo il vasto territorio cittadino facendo affidamento su un numero relativamente ristretto di operai. Questa volta le perplessità riguardano la vista di Castel dell’Ovo, che secondo alcuni potrebbe essere ostacolata dalle installazioni. Da parte sua, la Camera di Commercio assicura che sono perfettamente in regola. Nel frattempo continua la messa in posizione delle luci da parte degli addetti.

Luminarie natalizie a Napoli: un mese di polemiche

Nell’ultimo mese si è discusso molto a Napoli delle luminarie natalizie. Le polemiche più forti sono state scatenate dal Babbo Natale gigante messo a Piazza Vittoria nei primi giorni di ottobre, rimosso poche ore dopo. Altro nodo riguarda l’altezza degli addobbi tridimensionali che nel centro storico Unesco non possono superare i 2,5 metri di altezza: no quindi al Babbo Natale (un altro ancora) di Piazza Municipio, così come l’Angelo di via Duomo, 4 metri, e la casetta natalizia di Piazza Trieste e Trento. Via libera invece all’albero di Natale a Piazza del Plebiscito, poiché non rientrerebbe nella categoria delle installazioni tridimensionali.

Potrebbe anche interessarti