Il Rione Sanità accoglie 15 profughi dall’Ucraina, servono aiuto e solidarietà: come contribuire

profughi ucraina
Foto: International Committee of the Red Cross, pagina Facebook

Napoli Sono sempre più numerosi nella nostra città ed in provincia i punti di accoglienza e di raccolta aiuti per i profughi ucraini e per la popolazione che non ha lasciato il Paese. Una vera e propria macchina di solidarietà che subito si è messa in moto per cercare, quanto meno, di alleviare le sofferenze e le ansie di chi sta vivendo questa tragedia, che ha perso delle persone caso e rischia di perderle, oltre a rischiare la propria stessa vita.

Punto di accoglienza al Rione Sanità

Presso la Basilica di Santa Maria della Sanità, in Piazza Sanità, si sta aprendo un punto di accoglienza in collaborazione con la Caritas Diocesana e la Prefettura di Napoli per offrire ospitalità e assistenza a chi ne avrà bisogno. Gli spazi individuati sono idonei ad ospitare 15 persone. Al momento la comunità del Rione Sanità sta raccogliendo coperte, lenzuola ed asciugamani per per completare i luoghi di accoglienza, ma nel momento in cui arriveranno i profughi vi sarà bisogno di quanto più aiuto possibile. Per questo chiunque voglia dare una mano può recarsi nella Basilica rivolgendosi per la consegna ad Alessandro. La chiesa è aperta dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 18:00 alle 19:00. La domenica è aperta dalle 9:30 alle 13:00.

A Montesanto la raccolta di cibo, farmaci e prodotti per l’igiene

La Chiesa di Montesanto, a Piazza Montesanto, è protagonista di un’iniziativa analoga. Qui dalle 7 del mattino alle 13, e dalle 16 alle 21, è possibile portare alimentari, prodotti per l’igiene, farmaci e varie (in basso la locandina con le specifiche).

Potrebbe anche interessarti