De Magistris: “Renzi? Sul Sud solo chiacchiere. Olimpiadi 2028 della Magna Grecia”

De MagistrisI lavori per lo stretto di Messina, scuole fatiscenti, trasporti obsoleti, città mal comunicanti tra loro e le Olimpiadi del 2028: il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è un fiume in piena e parla alla stessa web tv del Comune partenopeo senza peli sulla lingua dei temi più scottanti dell’ultimo periodo, ponendo ovviamente l’attenzione sulle questioni del cosiddetto Mezzogiorno, a suo dire un po’ abbandonato dal Governo centrale.

Sono due, in particolare, le video-interviste rilasciate dal primo cittadino del capoluogo campano e pubblicate ieri sul canale youtube dell’amministrazione cittadina. Nella prima de Magistris sferra dei pesanti attacchi a Matteo Renzi, i cui annunci circa i lavori per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina definisce “affermazioni molto gravi”, spiegandone i motivi: “Abbiamo un Governo che non investe sulla sicurezza del Paese, dal dissesto idrogeologico, agli edifici, alle montagne, ai fiumi, ai laghi, al mare, alle scuole, che non dà soldi alle amministrazioni comunali e quindi ai cittadini, poi va in giro parlando di grandi opere pubbliche […] Pensate che ci sono grandi città del sud collegate con treni a un binario e abbiamo chi propone queste grandi opere pubbliche che ricevono sicuramente il plauso dei grandi sistemi corruttivi e delle mafie. Io vorrei che il Presidente del Consiglio un giorno si cominciasse ad occupare dei piccoli grandi problemi del Mezzogiorno d’Italia. Finora abbiamo sentito solo chiacchiere e l’unica risposta che riceviamo è il ponte sullo Stretto che dà 100 mila posti di lavoro […]”.

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=MDKc9jgc11w[/youtube]

Nel secondo spezzone, invece, il sindaco Luigi de Magistris ripropone nuovamente Napoli quale sede delle Olimpiadi del 2028 nel caso in cui Roma e l’amministrazione Raggi dovessero decidere definitivamente di non appoggiare la candidatura della Capitale italiana. Anzi, il primo cittadino napoletano va persino oltre, parlando di Giochi della Magna Grecia: “Se non se la sente di fare le Olimpiadi l’ho già detto e vedo che c’è un consenso crescente non solo tra i cittadini ma anche tra gli amministratori del Sud. Napoli e il Mezzogiorno sono pronti a realizzare le Olimpiadi del 2028 – dopo le Universiadi che si faranno nel 2019 – con le mani pulite, sapendolo fare con organizzazione efficiente. Soprattutto mi piace l’idea delle Olimpiadi della Magna Grecia. […] Attraverso lo sport vogliamo dimostrare che siamo popoli che crediamo veramente nei valori della fratellanza, della solidarietà, del dialogo e della pace […]”

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=v5GBk2YXq1s[/youtube]

Potrebbe anche interessarti