Napoli, è ufficiale: revocata la cittadinanza onoraria al generale Cialdini

Napoli – È stata approvata in Giunta, su proposta del Sindaco de Magistris, la delibera con la quale viene revocata la Cittadinanza Onoraria di Napoli ad Enrico Cialdini, Generale dell’esercito piemontese e successivamente, dal luglio 1861, Luogotenente Regio delle province meridionali.

Le revoca è stata decisa come atto di riconoscimento della memoria storica delle vittime delle stragi che il Generale Cialdini ha perpetrato nel nostro territorio e nel Mezzogiorno d’Italia.

Il militare, secondo le recenti ricostruzioni storiche, ha approfittato del conflitto e dell’occupazione per dare sfogo alla sua predisposizione alla violenza ed ai massacri: è stato ritenuto responsabile delle stragi di Pontelandolfo e Casalduni, nonché di aver ordinato il bombardamento su Gaeta nonostante la resa e nonostante la presenza di donne e bambini.

Altri comuni avevano già provveduto alla rimozione di nomi di strade e piazze intitolati a lui, ma la scelta della giunta napoletana offre un precedente nuovo con la rimozione della cittadinanza onoraria.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più