ANM rischia il fallimento: buco di 15 milioni. Possibile taglio dell’R2

Il taglio estivo delle linee e l’aumento dei biglietti potrebbero essere state le ultime mosse disperate di Anm. L’azienda napoletana di trasporti, infatti, è sull’orlo del tracollo, con un bilancio in passivo e un rosso di 5 milioni all’anno dovuto al venir meno delle entrate da fondi regionali. ANM dovrà recuperarli, e in fretta, altrimenti il rischio di fallimento sarà concreto.

A lanciare l’allarme è l’assessore al Bilancio, Enrico Panini, nel corso della riunione della commissione Infrastrutture con l’amministratore unico Ciro Maglione. Il buco è di 15 milioni, 5 per ogni anno dal 2017 al 2019, come detto sopra.

Con questo bilancio, rischia di naufragare anche il piano di risanamento, il che prosciugherebbe le risorse di Anm mettendo a repentaglio i servizi stessi dell’azienda.

Infatti, scrive Il Mattino, a causa della mancanza di mezzi e personale, dal prossimo 11 agosto si potrebbe tagliare la storica linea R2, quella che collega Piazza Garibaldi a Piazza Trieste e Trento, centro cittadino. Si stanno valutando in queste ore i carichi di persone per decidere se cancellare la linea. Un pericolo serio, che da settembre potrebbe diventare concreto.

I pendolari del bus R2, in tal caso, dovrebbero far ricorso alla Metropolitana che copre un percorso simile, ma disagi deriverebbero dalla non ancora avvenuta inaugurazione della stazione Duomo.

Potrebbe anche interessarti