Morte di Davide Natale: la Procura di Napoli apre l’inchiesta per omicidio colposo

Omicidio colposo, questo il reato ipotizzato nel fascicolo aperto dalla Procura di Napoli, in merito alla morte del giovane studente Davide Natale, ucciso dalla caduta di un albero. Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio a Fuorigrotta, in via Claudio, con il 21enne che si è ritrovato schiacciato da un pino, caduto per le forti raffiche di vento. Gli inquirenti hanno annunciato che a breve approfondiranno la vicenda, soprattutto in merito alla manutenzione dell’area alberata, anche perché l’albero caduto rientra nella proprietà delle strutture del CNR.

La VI sezione della Repubblica partenopea, oltre all’omicidio colposo indagherà anche per disastro colposo, forse con l’ausilio di periti agronomi. Tuttavia non si esclude che il pino sia caduto per una fatalità, sotto i colpi dello scirocco di ieri. Fatalità o meno, l’unica certezza è che Davide, studente di ingegneria meccanica, stava rientrando a casa con un collega quando è stato investito dall’albero, stroncando la sua giovane vita fatta di tanti sogni. Tifoso del Napoli ed appassionato di basket, il giovane era originario di Pompei, ma ormai da diversi anni viveva con la famiglia a San Nicola la Strada, nel Casertano.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più