Emergenza rifiuti, DeMa: “Ho troppo a cuore Napoli. Risolveremo il problema”

A Napoli e Provincia sembra esser sempre di più Emergenza rifiuti. Con la chiusura temporanea del termovalorizzatore di Acerra e i  ritardi dei vari siti di stoccaggio, i campani sentono di nuovo l’incubo di qualche anno fa.

Questa volta sulla vicenda ha parlato il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il quale ha dato la sua versione dei fatti. Inoltre il primo cittadino ha esortato i suoi conterranei alla collaborazione, per una risoluzione quanto più veloce di tutto.

Bisogna lavorare tutti insieme – ha piegato De Magistris – non mettiamola in caciara e soprattutto chi ha le responsabilità maggiori non le deve scaricare su chi non ne ha. Si deve parlare poco e lavorare molto e noi saremo qui per affrontare al meglio la chiusura dell’impianto di Acerra, situazione che va gestita con competenza e cooperazione perché si tratta di 70mila tonnellate di rifiuti che in qualche modo devono essere smaltite”.

Ho talmente a cuore la città di Napoli, l’area metropolitana e anche la nostra regione – ha aggiunto il sindaco della città partenopeache mi sto facendo carico anche di cose di cui si dovrebbero occupare altri ma stiamo lavorando in un clima di ottima collaborazione con gli altri sindaci, con la Prefettura e anche con la Regione e sono sicuro che riusciremo a superare sia le criticità della contingenza, dovute a chi ha interesse a che peggiorino, che lo stop di Acerra. È una questione su cui non si deve né scherzare, né parlare a vuoto né essere assenti perché i nemici di Napoli sono pronti a giocare la loro partita e soprattutto non si devono diffondere panico e allarmismi ingiustificati”.

La situazione non sembra essere delle migliori. Si spera che le autorità riescano a smlatire al meglio la massa di rifiuti che ultimamente ricoprono le nostre strade. Napoli non merita questo trattamento e nemmeno le cittadine vicine.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più