PAN. Sala dedicata a Siani e alle vittime di camorra, Fico: “Investire nelle periferie”

Giancarlo SianiNapoliOggi è stato presentato l’evento dedicato alle vittime innocenti di camorra al museo PAN di Napoli. Il fulcro dell’evento è il ricordo di Giancarlo Siani morto 23 anni fa.
Presente all’inaugurazione anche il presidente della camera dei deputati Roberto Fico.

Era infatti il 23 settembre del 1985 quando Siani fu ucciso tornando a casa dopo aver denunciato alcuni affari mafiosi con i suoi articoli. Per molti questa figura è un simbolo di lotta. Un simbolo che è diventato il modello di tanti ragazzi, un esempio. Un combattente che non ha mai avuto paura di dire la verità e schierarsi contro chi violentava la città di Napoli.

Inoltre il PAN conserva al suo interno la storica automobile di Giancarlo Siani. La ormai nota Citroen Mehari, di color verde. Fu trovato proprio in questa vettura il corpo esanime e senza vita del giornalista. Accanto alla Mehari, la macchina di Giancarlo, i nomi delle vittime innocenti, i nomi dei giornalisti uccisi, i volti delle vittime.

Il Presidente della camera Roberto Fico ha voluto presenziare all’evento di quest’oggi. Ha più volte mostrato di tenere a cuore la sua città natale, Napoli, per questo motivo non ha voluto rifiutare l’invito all’inaugurazione.
Queste le sue parole durante l’inaugurazione della mostra:
Dove è che vanno investiti più soldi? Dobbiamo investire nelle nostre periferie e capire cosa non ha funzionato.”

Noi dobbiamo arrivare ad un obiettivo di contenimento o ad un soluzione che sia solo temporanea, ma dobbiamo debellare la camorra.
A questo si arriva solo modificando la cultura lavorando nelle scuole, con gli assistenti sociali per interrompere quella catena che ci porta ad essere uguali a tanti anni fa. Bisogna dire che tante cose sono state fatte tanti problemi sono stati affrontati, tanti omicidi non sono più impuniti ma bisogna fare molto di più“.

Potrebbe anche interessarti