Privano la squadra del campetto. Lo Spartak San Gennaro si allena davanti al Comune

spartak san gennaro

Napoli– Ieri pomeriggio i ragazzini della squadra dilettantistica dello Spartak San Gennaro, si sono allenati a Piazza Municipio. Un gesto simbolico dopo la chiusura del parco dei Quartieri Spagnoli dove si allenavano. Vogliono risposte dal Sindaco de Magistris.

La chiusura nelle ore pomeridiane del parco dei Quartieri Spagnoli sta trovando forte ripercussioni. L‘ex ospedale militare, è chiuso nelle ore pomeridiane, fino all’assunzione di un nuovo dipendente. Proprio a causa della riduzione numerica di questi operatori, passando da 4 a 3 persone che gestiscono l’intero parco, non sarà possibile riaprire durante il pomeriggio.

Poco prima della chiusura però era stato stipulato un accordo con lo Spartak San Gennaro. I ragazzi avrebbero dovuto allenarsi lì. Ovviamente sono molto giovani e vanno ancora a scuola, non possono allenarsi la mattina. Il campo all’interno del parco è quindi inutilizzabile ed abbandonato al proprio destino.

Ma i ragazzi non ci stanno. La Municipalità II non ci sta. Hanno protestato allenandosi al cospetto della sede del Comune di Napoli. I fanciulli sono stati accompagnati dai genitori che hanno richiesto a gran voce di parlare col sindaco dopo le promesse non mantenute dell’assessore Gaeta.

I genitori hanno inoltre sostenuto a gran voce che ogni settimana si presenteranno all’esterno della sede del Comune per fare allenare i propri ragazzi. Un segno di protesta ovviamente che dovrà essere accolto perché queste persone lamentano una privazione ai loro bambini e chiedono soltanto il meglio per i ragazzi.

Non è possibile che in una grande città come Napoli non ci siano appositi spazi per farli giocare in libertà. Le istituzioni si lamentano che i bambini giocano per strada rovinando monumenti. Ma non ci sono altre soluzioni, non esistono spazi per giocare. Laddove esistono, come in questo caso, il Comune non fa niente per mantenerli.

La gente esige dei luoghi sicuri dove far crescere i loro figli. Soprattutto perché in alcune zone, come quella dei Quartieri Spagnoli, i giovani tendono ad avvicinarsi alla criminalità. Non avere nessuno spazio dove sfogarsi, li avvicinerebbe ancor di più.

Potrebbe anche interessarti