Napoli, al via il decimo rimpasto in Comune dell’era de Magistris: i nomi dei nuovi assessori

NAPOLI – Al via il rimpasto della giunta comunale. E’ in corso d’opera a palazzo San Giacomo la presentazione dei nuovi assessori comunali, si tratta del decimo rimpasto da quando Luigi de Magistris è stato eletto Sindaco.

Quattro gli assessori uscenti: Nino Daniele (Cultura e Turismo), Roberta Gaeta (Politiche Sociali), Laura Marmorale (Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale) e Mario Calabrese (Trasporti e Infrastrutture). Al loro posto: Eleonora di Majo (Cultura e Turismo), Francesca Menna (Pari Opportunità), Luigi Felaco (Verde), Rosaria Galiero (Commercio, Mercati e Attività Produttive).

La nuova giunta comunale è il frutto di due giorni di incontri a palazzo San Giacomo tra il Sindaco e gli assessori. A Nino Daniele verrà conferita la cittadinanza onoraria per il lavoro svolto negli ultimi anni come assessore alla Cultura.

«Grande lavoro dei quattro assessori uscenti – ha dichiarato de Magistris – questa non è una bocciatura. Gli attestati di stima che hanno ottenuto in questi anni vuol dire che ho fatto le scelte giuste. Ora ha inizio una fase nuova, siamo alla fine del mandato, quindi devo guardare al consolidamento dell’azione amministrativa ma anche ad una fase più politica. Oggi siamo più forti perché c’è più ossigeno politico, c’era un po’ di stanchezza in qualcuno, un navigare con il pilota automatico. Adesso invece il segnale è forte. Ho tanto entusiasmo e tanta voglia di dare una mano a tutta la squadra per poter poi continuare a vincere anche dopo senza di me. Pertanto, con questa operazione guardo al futuro».

Questa la nuova giunta comunale:

Enrico Panini, vicesindaco con delega al bilancio, programmazione economica, tributi, lotta all’evasione, personale, rapporti con il consiglio comunale, cimiteri, trasporto pubblico locale e viabilità, pubblicità e pubbliche affissioni.

Ciro Borriello, assessore allo sport con delega a impianti sportivi, pubblica illuminazione e sicurezza abitativa.

Monica Buonanno, assessore alle politiche sociali e al lavoro con delega a reti di partenariato, politiche per i minori e famiglie, diritto all’abitare, politiche per la casa, immigrazione e politiche di integrazione dei migranti.

Alessandra Clemente, assessore al patrimonio, ai lavori pubblici e ai giovani con delega a patrimonio, infrastrutture, parcheggi, strade, suolo e sottosuolo, giovani, startup, innovazione, polizia municipale, sicurezza urbana, mobilità sostenibile, autoparchi e toponomastica.

Eleonora de Majo, assessore alla cultura e al turismo, con delega a biblioteche, archivi, cooperazione decentrata e relazione internazionale.

Raffaele Del Giudice, assessore all’ambiente con delega ai rifiuti, lotta ai cambiamenti climatici, ossigeno bene comune, sviluppo sostenibile, acqua pubblica e ciclo integrato delle acque.

Luigi Felaco, assessore al verde con delega a qualità della vita, decoro e arredo urbano, politiche di contrasto al degrado, creatività urbana, beni confiscati e agricoltura urbana.

Rosaria Galiero, assessore al commercio, ai mercati e alle attività produttive, con delega a protezione civile e gruppi volontari di civici, rapporti con le municipalità, politiche energetiche, avvocatura, statistiche, censimento, servizio elettorale, anagrafe e stato civile.

Francesca Menna, assessore alle pari opportunità, libertà civili e alla salute con delega a centri anti-violenza, politiche di contrasto alle violenze di genere, diritti civili e libertà civili, diritto alla salute, sanità, tutela degli animali, mare e diritto alla pace.

Anna Maria Palmieri, assessore all’istruzione e alla scuola con delega ad asili nido, edilizia scolastica, diritto allo studio e lotta alla dispersione scolastica

Carmine Piscopo, assessore ai beni comuni e all’urbanistica con delega a spazio pubblico e rigenerazione urbana, edilizia pubblica, edilizia privata, anti-abuso edilizio, condono edilizio, coordinamento grandi progetti, centro storico Unesco, metropolitana, porto e autonomia della città.

Dal 2011, anno di insediamento di Luigi de Magistris a San Giacomo, l’ex magistrato ha cambiato ben 33 assessori, con una media di quattro assessori all’anno. E’ del tutto scontato suggerire che le modifiche di oggi siano state tracciate alla luce delle prossime elezioni regionali del 2020.

Potrebbe anche interessarti