Sorbillo vende marchio ai Giapponesi: la fake news del fidanzato di Selvaggia Lucarelli

SorbilloNapoli– Il fidanzato di Selvaggia Lucarelli, Lorenzo Biagarelli ha sparso la voce sui social di una cessione del marchio Sorbillo ai Giapponesi. Ma si tratta di una fake news.

Sorbillo è una delle pizzerie più famose del mondo, tanto da aver aperto dei locali anche a New York. Molti turisti si recano nella nostra amata Napoli solo per assaporarne la sua pizza in tutte le salse.

Sul piano economico non ci sono problemi. Chiunque sia andato almeno una volta a mangiare nella pizzeria di Gino Sorbillo, si è scontrato con una fila chilometrica. La domanda sorge spontanea: perché mai dovrebbero cedere una storica attività?

Tra Gino Sorbillo e Selvaggia Lucarelli in realtà non è la prima volta che ci sono dei dissapori. Forse proprio questo attrito ha portato il suo compagno a calunniare uno dei marchi più tradizionali della gastronomia napoletana.

La Lucarelli infatti tempo fa sosteneva che Gino Sorbillo, proprietario dell’omonima pizzeria, fosse una persona troppo egocentrica. A queste dichiarazioni ci fu anche la risposta dello stesso pizzaiolo.

Insomma una fake news bella e buona inventata di sana pianta per chissà quale motivo. Fatto sta che Sorbillo non è intenzionato a vendere e tutti potranno continuare a gustarsi questa pizza favolosa.

Sull’argomento è intervenuto anche il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli. Attraverso i suoi canali social ha così sostenuto: “Stamattina sulla pagina del fidanzato di Selvaggia Lucarelli, tale Lorenzo Biagiarelli, è apparso un post in cui quest’ultimo affermava che, “stando a voci dell’ambiente”, Gino Sorbillo era in procinto di cedere il suo marchio “ai giapponesi”.

“Si tratta di una fake news priva di ogni fondamento, una notizia inventata di sana pianta. A questo signore, che si definisce social chef, ricordo che il sentito dire non è abbastanza per diffondere notizie su un’azienda che, a causa di tali deliranti affermazioni, potrebbe potenzialmente subire dei danni. Lo invito dunque a riscontrare meglio le sue informazioni prima di postare sui social.”

Potrebbe anche interessarti