Napoli, l’appello dei medici: “Donare bombole di ossigeno può fare la differenza”

bombole di ossigenoNapoli – carenza bombole di ossigeno. L’emergenza sanitaria del covid nel nostro Paese ha fatto affiorate un’altra emergenza collegata alla pandemia. A Napoli, una delle città maggiormente colpite dal virus, c’è carenza di bombole di ossigeno e i malati covid – anche i non covid – sono in carenza di aria per vivere e devono aspettare giorni interi per una boccata.

Per questo motivo, negli ultimi giorni, sono stati tanti gli appelli alla solidarietà e all’ingegno per trovare una soluzione alternativa. Il centro sub dei Campi Flegrei, ad esempio, ha deciso di riadattare le proprie bombole a servizio dei malati.

Altri appelli arrivano dall’ordine dei Medici di Napoli e provincia che chiedono disperatamente aiuto anche alla popolazione: “Se a casa ci sono bombole di ossigeno inutilizzate portatele in farmacia, se ci sono altri sub o lidi balneari, altri circoli, che possono mettere a disposizione attrezzatura, che si facciano avanti. Mostriamo ancora una volta di avere un grande cuore“.

Siamo tutti parte di una comunità drammaticamente colpita dal Covid – dice il presidente Silvestro Scotti -, una comunità che non ha mai smesso di lottare e che sta rispondendo alla pandemia colpo su colpo, con grande dignità nonostante la sofferenza.

La carenza di bombole per l’ossigeno ha già messo in luce il grande cuore di questa città, della sua provincia e di tutti i campani, ma dobbiamo fare di più, dobbiamo comprendere che anche un gesto che può sembrare insignificante oggi potrebbe fare la differenza“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più