Criminalità a Napoli, Manfredi: “Lavoriamo sullo sviluppo delle periferie”

A Napoli in poco più di 24 ore sono morte due perone in altrettanti agguati. Ieri a Fuorigrotta è morto un 30enne mentre questa notte a perdere la vita è stato un 38enne nella zona di Piscinola. Il primo raggiunto da diversi colpi di pistola mentre rientrava a casa mentre il secondo freddato all’istante mentre si trovava nella notte in una sala giochi. Entrambi gli uomini uccisi erano già noti alle forze dell’ordine, per diversi precedenti, ed erano entrambi usciti da poco dal carcere. La guerra tra clan continua e spaventa nuovamente la città di Napoli.

Criminalità a Napoli – parla il sindaco Manfredi

Sull’escalation di criminalità che sta vivendo Napoli ha parlato il sindaco, Gaetano Manfredi: “Ma i come adesso, da un lato c’è un momento di repressione e di controllo – tema di competenza delle forze dell’ordine e della magistratura. Dall’altro noi dobbiamo rispondere con una maggiore azione sullo sviluppo delle periferie.

Questo è l’unico modo che come Comune abbiamo per contrastare la criminalità, soprattutto per quanto riguarda i giovani. Abbiamo episodi che si stanno verificando e sono monitorati dalle forze dell’ordine su cui ci sono delle indagini in corso. Noi non dobbiamo abbassare mai la guardia, Napoli è una città difficile e su una città difficile ci vuole una politica continua e pluriennale“.

Potrebbe anche interessarti