Omicidio Cerrato, il sindaco ordina: “Vietate le occupazioni illegittime del suolo pubblico”

A seguito del brutale omicidio che ha decretato la morte di Maurizio Cerrato, l’amministrazione comunale di Torre Annunziata ha emanato una nuova ordinanza con la quale si regola l’occupazione illegittima del suolo pubblico.

Omicidio Cerrato, nuova ordinanza a Torre Annunziata: vietata l’occupazione illegittima del suolo pubblico

Ha sconvolto l’intera comunità la scomparsa di Maurizio, 61enne ucciso a coltellate semplicemente per aver difeso sua figlia. La ragazza, infatti, aveva parcheggiato l’auto in un posto ‘occupato’ da una sedia, messa lì da qualcuno per appropriarsi indebitamente di quello spazio.

Di lì lo scoppio della lite e l’intervento di Maurizio, accorso sul posto per aiutare la figlia che, al suo ritorno, aveva ritrovato le gomme a terra. Una banale lite, sfociata per un futile parcheggio, che ha spinto il sindaco a regolare l’indebita appropriazione del suolo pubblico diffusa nella cittadina.

Il provvedimento dispone: “La rimozione dal suolo pubblico di tutte le occupazioni effettuate dai cittadino non autorizzate dagli uffici comunali competenti. Il sindaco, Vincenzo Ascione, ha emanato il provvedimento che diffida, inoltre, l’intera popolazione da qualsiasi occupazione illegittima della sede stradale finalizzata al riservarsi un posto auto o moto senza averne alcun diritto”.

Lo scorso fine settimana, gli agenti della Polizia Locale, hanno già effettuato una specifica ricognizione del territorio comunale con l’obiettivo di procedere alla rimozione dal suolo pubblico di oggetti indebitamente posizionati. In più, sono stati affidati i lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto di videosorveglianza che verranno effettuati a partire dai prossimi giorni.

Potrebbe anche interessarti