Palomba: “Le spiagge di Torre restano libere. Il Comune pagherà i servizi”

Il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba si esprime in merito alla questione delle spiagge libere, e del loro affidamento nelle mani di soggetti privati.

Apprendo, con rammarico, da parte di alcune cronache di stampa locale la fuorviante notizia della presunta soppressione degli arenili liberi – stabilita dall’Amministrazione comunale – e della loro relativa concessione ad una gestione privata.

È d’obbligo chiarire, laddove non si palesasse in modo sufficientemente chiaro dagli atti, il senso ed il significato della deliberazione di Giunta comunale dello scorso 11 giugno, che da attuazione a quanto sancito dall’Ordinanza n. 50 del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in materia di assembramenti nelle spiagge libere.

L’Amministrazione comunale sta espletando in questi giorni una manifestazione d’interesse, finalizzata alla verifica della disponibilità da parte di soggetti privati cui affidare il servizio di gestione e di controllo dei liberi arenili. Ribadisco: le spiagge sono e resteranno libere.

Il servizio, infatti, è pagato dall’Ente comunale ed offerto alla libera fruizione dei cittadini. I soggetti gestori, solo e soltanto su apposita e specifica richiesta dei cittadini, potranno – eventualmente, e, all’occorrenza – svolgere, a supporto, anche attività di noleggio di lettini e di ombrelloni.

“Basta con le fake news”, conclude il sindaco di Torre del Greco. “È dovere di chi opera nel settore dell’informazione usare una comunicazione corretta e rispondente alla verità”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più