Torre del Greco, via al progetto per adottare i cani abbandonati

torre del greco cani
Foto di repertorio

La città di Torre del Greco è sempre più vicina non solo ai cani abbandonati, ma anche ai giovani che vogliono imparare ad accudirli. Si è svolto, ieri, nell’aula polifunzionale dell’Istituto scolastico “Falcone-Scauda”, il primo incontro di zooantropologia, per educare e sensibilizzare i giovani al rapporto ed al rispetto degli amici a quattro zampe.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba – Assessorato Benessere Animale – in collaborazione con la comunità scolastica di Viale Pineta del Santuario, a Leopardi, si compone di cinque appuntamenti, da svolgersi nel corrente mese di Novembre, dalla durata di un’ora ciascuno e si articola in lezioni teoriche e pratiche, tenute da personale idoneo con la presenza di due cani opportunamente scelti.

Lo scopo delle attività è quello di far conoscere la realtà dei cani ricoverati presso il canile comunale di Torre del Greco e favorire la loro adozione, da parte di famiglie che abbiano piacere di accoglierli. Così, da lunedì 8 a lunedì 22 Novembre, attraverso cinque appuntamenti calendarizzati, circa 100 ragazzi sia dell’indirizzo medio che di quello elementare dell’Istituto “Falcone – Scauda” potranno imparare ad approcciarsi al mondo canino, attraverso un percorso formativo sviluppato con giochi di ruolo e con momenti di interazione, cura e conduzione del cane.

Un progetto bello ed educativo – ha dichiarato l’Assessore Annarita Ottaviano – quello che abbiamo messo in campo con la comunità scolastica di Leopardi per sensibilizzare già dalla tenera età al rispetto e alla cultura del rapporto con il mondo animale, in particolar modo con i cani.

Il nostro canile, purtroppo, ha tanti amici a quattro zampe abbandonati e vittime di violenze inumane da parte di sconsiderati che li hanno maltrattati. Un doveroso ringraziamento, pertanto, alla Dirigente Scolastica Josè Abilitato per aver accolto l’iniziativa e per il sostegno dato al progetto, contribuendo alla divulgazione di un messaggio semplice ma necessario che cerca di concretizzarsi in un piccolo grande gesto d’amore, ovvero, quello di adottare un cane”.

Potrebbe anche interessarti