Blitz antidroga nel Vesuviano, 11 arresti: le ordinazioni avvenivano con i cellulari

 

Non è inusuale vedere comuni del territorio campano protagonisti di spaccio di droga e altre forme di criminalità, così come è diffuso anche nel resto del territorio italiano estendendosi anche al resto del mondo. Questa mattina all’alba i carabinieri hanno infatti dato il via ad un blitz antidroga tra Torre Annunziata e Castellammare smantellando così l’intero giro in una piazza oplontina.

I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno eseguito ben 11 ordinanze cautelari, (5 ai domiciliari, 3 in carcere e 3 con obbligo di presentazione alla p.g.), emesse dal G.I.P di Torre Annunziata. I responsabili sono infatti incolpati di traffico e spaccio di stupefacenti.

Le modalità di richiesta e vendita questa volta sono avvenute tramite cellulare. Il cliente contattava il pusher ordinando delle dosi e l’andava a ritirare direttamente sotto la finestra della casa del venditore. L’indagine coordinata dalla procura di Torre Annunziata ha smantellato il giro della piazza oplontina.

Dopo gli arresti sul posto (un cinquantenne con 800 grammi di cocaina addosso e due persone che detenevano 3 chili di hashish), molti pusher pensavano di spostare il giro nella loro città di Castellammare, ma il progetto è stato stroncato sul nascere anche nella succursale.

Potrebbe anche interessarti