Sequestrati oltre 300 chili di pesce: erano in cattivo stato di conservazione

Nelle prime ore del mattino del 21 novembre 2017 sono stati sequestrati nella zona mercatale di Torre del Greco circa due quintali di prodotti ittici di vario genere, molluschi, pesce di varie specie, detenuti in cattivo stato di conservazione ai fini della vendita.

L’operazione è stata eseguita dalla Capitaneria di Porto in collaborazione con la Polizia Locale di Torre del Greco e la Stazione Centro dell’Arma dei Carabinieri. Il pesce veniva venduto da due ambulanti e da una pescheria che è risultata completamente abusiva.

Non solo martedì 21, ma anche nella giornata di venerdì 17 novembre 2017 gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Portici, con la collaborazione tecnica dei veterinari dell’ ASL Napoli 3 Sud, hanno sequestrato oltre un quintale di prodotti a due ambulanti irregolari e ad una pescheria, di cui era già stata disposta la chiusura da parte dei militari dei NAS dei Carabinieri e del Comune di Portici lo scorso mese di maggio ed il cui titolare è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per la violazione dei sigilli.

Inoltre, anche nella giornata di domenica è stato inferto un duro colpo contro la pesca illecita di esemplari
sottoposti a speciali misure a tutela della conservazione degli stock ittici, in quanto sono stati sequestrati nel
porto del Granatello due esemplari di pesce spada sotto la misura minima consentita, a carico di un pescatore
sportivo che è stato sanzionato con un verbale di circa 2000 euro mentre il prodotto oramai privo di vita è stato
devoluto in beneficienza ad un Istituto di carità della zona.

Nelle diverse operazioni complessivamente sono state denunciate sei persone per vendita di prodotti ittici in
cattivo stato di conservazione e sono stati elevati verbali amministrativi per oltre € 17.000 per varie violazioni,
fra cui anche l’occupazione di suolo pubblico.

LEGGI ANCHE  Torre del Greco: spiaggia libera sgomberata da abusivi, restituita ai bagnanti

Potrebbe anche interessarti