VIDEO/ Esonda il Sarno, 3 famiglie rischiano di morire annegate: salvate con i gommoni

protezione civile salva lavoratori castellammare sarno
La Protezione Civile salva dei lavoratori A Castellammare dopo l’esondazione del fiume Sarno

La Protezione Civile ha salvato i lavoratori di un’azienda e tre famiglie posti in prossimità del fiume Sarno, nel territorio di Castellammare di Stabia, che è esondato a causa delle condizioni eccezionali di maltempo che specialmente nella giornata di ieri hanno flagellato la Campania.

Famiglie e lavoratori salvati con i gommoni dall’esondazione del Sarno a Castellammare

Dal video diffuso su Facebook si vede come il corso d’acqua abbia straripato riversandosi in strada per circa un metro di altezza, mettendo in serio pericolo le persone che lavorano nell’azienda di via Ripuaria.

Mille sacchi per proteggere gli argini a Nocera

Gli interventi non si sono limitati a Castellammare. I tecnici del Genio Civile della Regione Campania – sezione competente per la provincia di Salerno – sono intervenuti nel primo pomeriggio a Nocera Inferiore dove, a causa del crollo della parete di un alveo, è stato necessario effettuare un intervento di somma urgenza.

I temporali che hanno interessato la zona hanno determinato allagamenti anche nella stazione ferroviaria di Castel San Giorgio: la circolazione ferroviaria tra Mercato San Severino e Nocera è rimasta ferma per alcune ore. La Regione Campania ha inviato al sindaco di Nocera Superiore mille sacchi di sabbia da utilizzare a protezione degli argini e anche di alcuni locali a rischio situati al piano terra.

Interventi a Forino e Ischia

La Protezione civile della Regione Campania, con squadre di volontari, ha portato in salvo anche numerosi abitanti di Forino (Av) dove in località Celzi si sono verificati consistenti allagamenti e una signora con tre figli nella zona industriale di Sassano, in provincia di Salerno. Gli interventi sono stati attuati grazie all’utilizzo di gommoni.


Volontari della stessa Protezione Civile regionale sono stati impegnati anche sull’isola d’Ischia dove, nel pomeriggio, è crollato in mare il muro di contenimento di via Mazzella. È proseguita inoltre l’attività della protezione civile regionale di supporto logistico-organizzativo ai Centri Operativi Comunali di Agropoli e Santa Maria di Castellabate.

Potrebbe anche interessarti