Nathalie Guetta, la Natalina di Don Matteo ha origini partenopee: “Quando ho visto Napoli sono rimasta a bocca aperta e sono rimasta”

nathalie guetta napoli Dal 2000 l’abbiamo imparata a conoscere come Natalina, la perpetua di Don Matteo. Un ruolo secondario che però è imprenscindibile nella serie di successo targata Rai. Senza Natalina non ci sarebbe vita all’interno della parrocchia, le sue battute e i suoi continui battibecchi con Pippo danno verve alla fiction rendendo a volte più leggere le tematiche trattate.

NATHALIE GUETTA RACCONTA DEL SUO PASSATO A NAPOLI

A interpretare Natalina è Nathalie Guetta, attrice e circense francese (è nata a Parigi) e sorellastra del famoso disc jockey e produttore David Guetta, che ci fa ballare da anni. Forse non tutti sanno però che Nathalie ha vissuto a Napoli. A circa 20 anni si trasferisce nel capoluogo partenopeo, terra natale del nonno paterno, e insegna clownistica realizzando anche spettacoli con burattini. Ospite di Francesca Fialdini nel corso della trasmissione ‘Da noi… a Ruota libera‘ ha provato a mimare alcuni termini napoletani come inciucessa e guantiera. Poi Nathalie Guetta ha raccontato alcuni aneddoti della sua vita a Napoli.

Una mia amica mi ha consigliato di fare teatro e con lei abbiamo fatto una tournee arrivando a Napoli. Quando l’ho conosciuta sono rimasta a bocca aperta. Dopo sono rimasta a Napoli. Ho fatto anche la cameriera nella pizzeria di un mio amico e una volta mi sono imbrogliata con le comande e per non dirlo ho mangiato due pizze di nascosto. Stava tanta gente e non sapevo dove metterle“.

OSPITE DEI SOLITI IGNOTI

La Guetta in passato è stata ospite anche di ‘Stasera tutto è possibile’ condotto da Stefano De Martino. Ieri inoltre l’attrice era la concorrente che doveva indovinare le identità nascoste del programma ‘I Soliti ignoti’. Una di queste veniva da Napoli, e la Guetta ha subito esclamato:

Bella città. Io ho vissuto a Napoli ma non ho mai sentito dire risi e bisi, mai. Sono fissati con il teatro quindi potrebbe fare le recensioni. Dico che costruisce chitarre“.

Purtroppo per lei nessuna vincita e neanche l’identità dell’ignoto proveniente da Napoli è stata indovinata.

Potrebbe anche interessarti