De Laurentiis: “In Inghilterra ci sono stadi migliori. Da noi con la camorra è difficile farlo”

de laurentiis settore giovanileAurelio De Laurentiis, ha rilasciato alcune dichiarazioni sullo stadio durante la consegna al Comune di Napoli di una copia in miniatura della statua raffigurante Diego Armando Maradona.

De Laurentiis sulla questione stadio

Ho già un progetto per lo stadio, – ha detto il presidente del Napoli riportato da ilnapolistafatto dalle persone che hanno fatto lo Juventus Stadium. Per decidere bisogna essere in pochi, massimo in due: una parte e una controparte. Il sindaco mi disse che dello stadio voleva interessarsene lui e io non ho assolutamente invaso il suo campo d’azione perché quando un sindaco viene eletto in questa città ha bisogno di almeno 6-7 mesi per capire che casino è questa città“.

Lo stadio sta lì e lo rimetteremo a posto. Lo faremo diventare un bellissimo stadio. – ha continuato – Ma dobbiamo studiare tutte quelle che sono le collaterali problematiche affinché uno stadio funzioni al top: viabilità, servizi e trasporti di giorno e notte, possibilità di far vivere una struttura sette giorni su sette. Sono tutte cose facile a dirsi, ma in una città e in un quartiere come quello bisogna trovare le opportune volontà, anche da parte di chi abita quel quartiere perché non puoi disastrare la loro vita”.

E’ vero che in Inghilterra si pratica il calcio migliore del mondo. – prosegue – E’ vero che ci sono gli stadi più funzionali del mondo. E’ vero che c’è una legge che ha messo fuori causa gli hooligans. Ma noi non possiamo mettere fuori casa la camorra, la Mafia, la ‘Ndrangheta, è un po’ più complicato, serve capacità di adattamento”.

Potrebbe anche interessarti