Napoli, fugge all’alt dei Carabinieri percorrendo strade contromano: preso 17enne che poi si sente male

alt carabinieri
Foto fb carabinieri

Ieri sera durante i normali controlli di routine, i carabinieri si sono imbattuti in un auto con a bordo tre ragazzi che non si sono fermati all’alt. È cosi partito un inseguimento che ha portato che ha portato alla denuncia di un minorenne che si è anche sentito male.

NAPOLI, NON SI FERMA ALL’ALT DEI CARABINIERI E SI SENTE MALE: DENUNCIATO MINORE

Tutto è accaduto alle due di notte e una Fiat 500 percorre via Zuccarini. All’interno dell’auto ci sono tre ragazzi, poco distante una gazzella del nucleo radiomobile di Napoli che si avvicina e gli intima l’alt. “Invito” non accettato e parte l’inseguimento con la centrale operativa che allerta anche altre pattuglie. La macchina è “pulita” (non oggetto di furto) ma di fermarsi i 3 non ne vogliono proprio sapere e imboccano contromano diverse strade fino ad arrivare a via Labriola del quartiere Scampia tornando così quasi al punto di partenza dell’inseguimento. I lampeggianti blu illuminano la notte più dei pali della luce e a quel punto i 3, braccati, scendono dall’auto. I due passeggeri riescono a far perdere le proprie tracce tra le palazzine. Meno fortunato è l’autista, bloccato dai carabinieri e portato nella storica caserma di via Caracciolo. Si tratta di un ragazzo del rione Don Guanella che ha da poco compiuto 17 anni. Un minore incensurato che probabilmente non è abituato a vivere certe esperienze tanto da accusare un malore per il quale i militari contattano il 118 che intervenuto fornisce le cure mediche necessarie.
Il giovane è stato denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente per poi essere affidato ai genitori venuti in caserma.

A SCAMPIA PRESO UN INCENSURATO IN TRASFERTA

A Scampia i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un incensurato 41enne di Castellato (in provincia di Teramo). I militari, impegnati in uno dei tanti servizi anti-droga, hanno notato l’uomo aggirarsi in via Fellini e si sono avvicinati. Alla vista dei carabinieri il 41enne ha lanciato un qualcosa e i militari lo hanno fermato. Quanto lanciato era droga e, raccolte le 6 dosi di cobret, i militari lo hanno perquisito trovandolo in possesso della somma in contante di 290 euro ritenuta provento del reato e quindi sequestrata. L’uomo è stato arrestato e trasferito al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. Accertamenti in corso anche per verificare se il 41enne sia percettore del reddito di cittadinanza.

Potrebbe anche interessarti