Ragazzini accoltellati a Marechiaro, preso il figlio di un boss: la sfida lanciata su TikTok

Arrestati i presunti aggressori dei due ragazzini accoltellati domenica sugli scogli a Marechiaro.

Marechiaro, ragazzini accoltellati: arrestato l’aggressore

Ad essere fermato è un ragazzo di 16 anni figlio di un boss della camorra. Denunciato a piede libero anche un altro 16enne che avrebbe acceso la rissa. Indagato anche un altro giovane, ferito a pugni che sarebbe legato anche lui ai due ragazzi.

Secondo le prime ricostruzioni, la lite sarebbe scoppiata per una vendetta a seguito di una sfida su TikTok che risalirebbe a mesi fa. Il ragazzo che avrebbe accoltellato i due giovani, secondo quanto riferisce Il Mattino, sarebbe figlio di un killer della camorra di Napoli nord condannato all’ergastolo.

Tutto sarebbe partito mesi fa per una sfida sui social tra due ragazzi. Una delle due vittime è stata trasportata all’ospedale Fatebenefratelli dove è stata operata d’urgenza. L’altro giovane è stato invece portato all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta.

Secondo le prime testimonianze il ragazzino avrebbe innescato la rissa. Così il 16enne figlio del boss, avrebbe estratto un coltello nascosto nella tasca del costume, pugnalando i due ragazzini all’addome. Dopo gli aggressori sarebbero scappati a bordo di una barca.

Forcella, donna travolta da una moto

Ieri sera una donna di 41 anni è stata travolta da una moto a Forcella. I due centauri avrebbero aggredito chi aveva tentato di fermarli. La donna infatti è la compagna di un ristoratore della zona, che insieme ad alcuni clienti avrebbe tentato di bloccare i due.

Potrebbe anche interessarti