Turris-Potenza 0 a 2: i corallini escono tra una bordata di fischi

La Turris torna al Liguori di Torre del Greco per riprendere un cammino ormai smarrito da tempo. Due mesi fa gli uomini di Caneo e i tifosi – anche se non apertamente – sognavano un piazzamento tra le prime tre, ora i corallini rischiano addirittura di uscire dalla zona playoff.  A contendersi i 3 punti contro la Turris oggi ci sarà il Potenza, in piena lotta salvezza e desideroso di tornare in terra Lucana con qualche punto.

La Turris arriva al match con 4 sconfitte e un pareggio nelle ultime 5 mentre i lucani hanno una vittoria, 3 pareggi e una sconfitta. Le due squadre inoltre devono far fronte allo stravolgimento della classifica. Con l’ufficialità dell’estromissione del Catania dal campionato infatti, entrambe le squadre perdono punti preziosi per i loro obiettivi: i corallini da 46 scendono a 43, mentre, i lucani da 33 scendono a 32.

Il match tra Turris e Potenza

Prima frazione che scorre molto lentamente, nessuna grandissima emozione da entrambe le parti se non qualche sporadica azione. L’impressione è che entrambe le squadre vogliano accontentarsi per il momento di questo pareggio e poi magari sfruttare una disattenzione avversaria. Unica nota positiva dei primi 45 minuti il supporto costante dei tifosi di casa, accorsi in mazza per sostenere i corallini.

Secondo tempo che inizia decisamente con un piglio diverso, dopo soli 5 minuti il Potenza trova il gol del vantaggio grazie ad un colpo di testa di Romero – dopo un’azione reiterata e caparbia dei lucano ma corallini troppo passivi. La Turris subisce il contraccolpo ed esce completamente dalla partita e al 15′ il Potenza trova anche il meritato raddoppio che chiude definitivamente il match. Tifosi molto delusi che iniziano a fischiare e ad abbandonare il campo, il tracollo della Turris nel girone di ritorno ha dell’inspiegabile.

Potrebbe anche interessarti