Appalto sospetto sui rifiuti: indagato il sindaco di Torre del Greco

giovanni palomba
Appalto sospetto sui rifiuti, indagato Giovanni Palomba sindaco di Torre del Greco

Il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, nella lista dei 14 indagati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Questa mattina i carabinieri hanno notificato un avviso di conclusione delle indagini in relazione ad un appalto per la raccolta dei rifiuti nella città del corallo: l’ipotesi di reato, riferisce il Corriere del Mezzogiorno, sarebbe quello di turbativa d’asta.

Appalto sospetto sui rifiuti, indagato Giovanni Palomba sindaco di Torre del Greco

Oltre al sindaco Giovanni Palomba risultano tra gli indagati anche cinque tra dirigenti ed ex dirigenti del Comune di Torre del Greco. I reati ipotizzati sono diversi, tra cui abuso d’ufficio e falso. Gli indagati sono sotto la lente d’ingrandimento per il conferimento dell’incarico di raccolta di rifiuti, avvenuto nel 2019, in favore di un consorzio che all’epoca era bersaglio di polemiche per disservizi sul recupero dei rifiuti differenziati negli eco punti disseminati per la città.

È utile precisare che lo stato di indagato non coincide con quello di imputato. I soggetti interessati potranno presentare le proprie memorie difensive e chiedere l’archiviazione anche prima dell’inizio di un processo. Tutti sono da intendersi innocenti fino a sentenza definitiva.

Rifiuti e mazzette a Torre del Greco: nel 2017 fu arrestato l’ex sindaco

Non è la prima volta che Torre del Greco assiste a un caos giudiziario che coinvolge rappresentanti dell’amministrazione comunale e la raccolta di rifiuti. Nel 2017 l’ex sindaco Ciro Borriello fu arrestato poiché accusato di avere intascato delle mazzette da parte di una ditta, che così voleva aggiudicarsi l’appalto.


Potrebbe anche interessarti