Storia e ricetta del Cianotto: il cibo di strada napoletano che ha fatto impazzire Sgarbi

cianotto ricetta
Cianò Parigine e Altro

E’ uno dei cibi di strada napoletani più apprezzati del momento, accanto alla pizza al portafoglio. Stiamo parlando del cianotto, una vera goduria per i palati che può essere riempito a seconda dei gusti di ognuno. A ‘scoprirlo’ e a pubblicizzarlo sul web è stato Vittorio Sgarbi che lo ha assaggiato durante una sua visita alla città di Ottaviano nel suo formato classico: impasto di pizza con salsiccia, friarielli e melanzane. Ma il critico d’arte non sa che a inventarlo circa due anni fa è stato Fabio Ciano che ha un punto vendita a Pomigliano D’Arco.

LA STORIA E LA RICETTA DEL CIANOTTO

E’ lo stesso Fabio a raccontare la sua storia in un post su Facebook:

Avevo 8 anni quando per la prima volta rimasi incantato da un laboratorio di rosticceria e pasticceria. Da piccolo mi abbuffavo di parigine, avevo proprio la fissa. Ricordo che avevo quasi 17 anni quando inizii a macinare esperienza, facendo  la gavetta per anni in laboratori veramente piccoli, fino a diventare ‘Masto’ nei più prestigiosi laboratori della città, ed è in quel periodo che promisi a me stesso che un giorno avrei scritto il mio nome in quello dello street food napoletano. Tra poco nelle tue mani potrai provare l’esperienza di gusto più folle dello street food made in Naples: il ‘Cianotto’ emblema di quella promessa che dopo 13 anni diventa realtà“.

Il cianotto in realtà è una variante del classico panino da pub e viene realizzato con l’impasto della pizza lievitato per 36-48 ore quindi è molto facile da preparare anche a casa. Esso può essere farcito con qualsiasi ingrediente, specialmente quelli tipici della tradizione campana come la parmigiana di melanzane o l’hamburger di scottona, ma non manca la variante con crema di patate e provola d’agerola. Il tutto viene racchiuso in una pasta sfoglia particolarmente friabile e croccante, per un’esplosione di sapori al prezzo fisso di 7 euro.

Potrebbe anche interessarti