“Vesuvius 79 d.C”, spettacolo gratis e in 3D alla Reggia di Quisisana

Lo spettacolo “Vesuvius 79 d.C.” organizzato e prodototto dal MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano e dallo  Scabec, verrà allestito presso la splendida cornice della reggia di Quisisana di Castellammare di Stabia.

La rappresentazione verrà allestita presso la reggia stabiese dalla quale si può godere della vista del golfo di Napoli, un panorama mozzafiato tra i più belli del mondo.

L’evento sarà completamente gratuito, ma con prenotazione obbligatoria, e avrà una durata di 20 minuti circa. Dalle 19,30 sarà possibile visitare le bellezze della reggia stabiese e dalle 20,30 inizierà lo spettacolo vero e proprio, durante la quale verranno fatte delle letture di Plinio il Giovane e Tacito, ad opera dell’archeologo Gianmatteo Matullo.

Reggia Quisisana C/mare– Sabato 9 marzo un nuovo appuntamento con “Vesuvius 79 d.C”., lo spettacolo con la ricostruzione in 3d e reading per rivivere la drammatica eruzione che seppellì Pompei ed Ercolano, ospitato in una location d’eccezione: la Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia. Un’iniziativa di OPENartCampania, realizzata dalla Scabec/Regione Campania in co-produzione con il MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano) e in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei (MIBAC), il Comune di Castellammare di Stabia e il Parco regionale Monti Lattari.

Costruita nel XIII secolo dagli Angioini, la Reggia di Quisisana divenne presto famosa tra i regnanti per il clima salubre e per lo straordinario panorama sul golfo di Napoli. Si narra che il suo nome viene proprio dall’espressione “Qui si sana” dopo che Carlo D’Angiò qui guarì da una brutta malattia. La Reggia di Quisisana raggiunse il suo splendore in età borbonica.

Il rifacimento del parco all’inglese con grandi viali, scale, fontane e giochi d’acqua che sfruttavano scenograficamente sia la ricca vegetazione delle pendici del Faito che le sorgenti. Era qui che i sovrani trascorrevano le vacanze tra la caccia e il mare.

A partire dalle 19,30 sarà possibile scoprire le bellezze del Palazzo reale di Castellammare e dei suoi reperti storici con la visita guidata a gruppi, di una durata di circa 20 minutiA seguire, alle 20,30 inizierà “VESUVIUS – 79 d.C., l’eruzione raccontata da Plinio”: ricostruzioni digitali e letture dell’archeologo Gianmatteo Matullo delle celebri lettere di Plinio il Giovane a Tacito. Uno spettacolo che trasporterà gli spettatori in una atmosfera emozionante, con suoni e immagini di quel tragico evento del 79 d. C.

L’evento è gratuito, fino ad esaurimento posti.
La prenotazione è obbligatoria via Whatsapp al numero 3511197798 o attraverso la piattaforma di prenotazione online “Eventbrite”. L’iniziativa fa parte di OPENart Campania, il programma contenitore della Scabec, promosso dalla Regione Campania. Tale programma ospita eventi e manifestazioni, dai concerti al teatro, dalle visite guidate alle degustazioni, in musei e luoghi culturali campani. L’intento è quello di valorizzare i siti minori o di far emergere artisti giovani utilizzando sedi prestigiose che facciano da richiamo e da scenografia.

Ufficio Stampa

Raffaella Leveque- Capo Ufficio Stampa

Caterina Piscitelli- Addetto Stampa

Scabec S.p.A.

Via Generale Orsini, 30

80132 Napoli – Italia

+39 081 5624561

+ 39 3319551994

www.scabec.it

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più