Strumenti scientifici in mostra. Dai Borbone all’Italia post-unitaria

 

strumenti scientifici

Numerosi strumenti scientifici storici che vanno dal Regno dei Borbone all’epoca post-unitaria. Nell’ambito della manifestazione Futuro Remoto“, la biblioteca nazionale ospiterà una mostra di dispositivi appartenenti alla tradizione scientifica napoletana. Questa iniziativa fa parte di NEMO (Network Educational Museums Online), un progetto che ha lo scopo di salvaguardare il patrimonio museale scientifico storico e renderlo disponibile al pubblico e soprattutto ai giovani per far nascere in loro la consapevolezza e l’orgoglio della ricchezza culturale che caratterizza Napoli. Ben sei le scuole che, insieme con l’Associazione Scienza e Scuola, hanno reso possibile questa fantastica raccolta: il liceo classico “Vittorio Emanuele II” (Scuola capofila), l’istituto tecnico statale “G.B. Della Porta”, il liceo ginnasio statale “G.B. Vico”, l’ISIS “Elena di Savoia”, il liceo statale “Pasquale Villari” e l’ITIS “Alessandro Volta”. Per la realizzazione di NEMO è stato siglato un protocollo di intesa che include il dipartimento di fisica dell’Università di Napoli “Federico II” e il Comune di Napoli. L’obiettivo finale sarà quello di creare un museo virtuale con un catalogo che fornisca a tutti la documentazione scientifica presente in determinate scuole.

Quando: dal 15 al 17 ottobre 2015 e il 19 ottobre 2015
Dove: Biblioteca Nazionale
Per informazioni cliccare qui

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più