Lo sberleffo napoletano in mostra al PAN. Ecco quando

matarese
Rosaria Matarese

Per alcuni artisti il quadro non è solo una tela. La loro immaginazione impone di andare oltre i confini fisici determinati dalla base materiale. È il caso di Rosaria Matarese, artista e docente napoletana in cui futurismo e dadaismo hanno un rilievo centrale. Antichità mediterranee e Sacre Scritture, eros e religione, letteratura e favola, saranno al centro della sua mostra antologica, curata da Mario Franco, esposta al Palazzo delle Arti di Napoli per tutto il mese di marzo. Foto, disegni, scritte erotiche e politiche saranno gli elementi principali delle sue “strutture modificabili”, come ella stessa ama definire le sue opere. Ma anche legni bruciati o trovati sulla riva del mare, bambole e teste di manichino, che possono richiamare sogni onirici o incubi terribili, torneranno a rivivere sulle tele con colori terrosi e forme animalesche o antropomorfe. Protagonista dei lavori di Matarese sarà, però,anche la napoletanità. Importanti saranno le figure che richiameranno lo sberleffo, la smorfia simbolo della tradizione partenopea che riflette ogni tipo di istinto.

Quando: dal 4 marzo al 10 aprile 2016, dalle ore 9.30 alle ore 19.30. La domenica  dalle ore 9.30 alle 14.30

Dove: Palazzo delle arti di Napoli, via dei Mille 60

Per info cliccare qui

Potrebbe anche interessarti