Franco Ricciardi torna a Scampia. Festa per i 30 anni di carriera all’Epifania

 

Una scritta su un muro aleggia nel cuore di ScampiaQuando la felicità non la vedi, cercala dentro” questo è il moto di un quartiere che vuol ripartire dal proprio riscatto sociale, e a collaborare a questo processo di redenzione è proprio quella splendida realtà della forza di un barrito “Mammut” associazione di promozione culturale che tanto ha dato a questo territorio in oltre dieci anni di attività.

La serata di festa, nell’ambito del programma “Luci di Scampia”, è prevista nel giorno dell’Epifania con il ritorno a casa di uno dei suo figli prediletti Franco Ricciardi vincitore tra l’altro del David di Donatello per il brano “‘A verità” inserita nella colonna sonora del film “Songo ‘e Napule”, che, nonostante qualche iniziale titubanza da parte delle amministrazioni riceve l’appoggio da parte del comune di Napoli per una festa che omaggia i trent’anni di carriera dell’artista partenopeo.

Ad accompagnarlo sul palco, quel palco che tanto ha significato per la gente di Napoli, sarà infatti Piazza Giovanni Paolo II la location, quella piazza che a furor di popolo è stata poi intitolata a Ciro Esposito, il tifoso scomparso in seguito agli incidenti del 2014 poco prima della tanto attesa finale di Coppa Italia a Roma giocata dal Napoli, uno di quei ragazzi diventati baluardi di chi lotta affinchè possano cambiare certe dinamiche che trascendono il concetto di sport.

Ad accompagnare Ricciardi sul palco, artisti e amici come Rocco Hunt, Ivan Granatino, Lucariello e Enzo Dong, qualcosa che va ben oltre l’autocelebrazione ma che vuole porre l’accento su una scena che cerca verità e rivendicazione attraverso rime, testi e musica, realtà trascinanti di una generazione che vuol svestirsi di luoghi comuni, la rivoluzione dal basso attraverso i beat.

La giornata prevede un programma che comincerà sin dalle 16.30, attività laboratoriali da parte dei volontari dell’associazione, sulla tradizione ma non solo, dopodiché toccherà alla animazione itinerante del “Mammutbus” fino alle 18.30 quando si creerà un cerchio libero per le esibizioni di break dance. Alle 21.30 è previsto invece l’inizio del concertone, sicuramente uno degli avvenimenti più attesi di inizio anno.

Non arrendetevi al male, mai!”questa la seconda scritta che aleggia in piazza, quindi per una volta, e non sarà l’unica, si riparte da Scampia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più