“Festa dell’albero”: Legambiente ne pianta 300 sul Vesuvio

Oggi, 21 novembre, si celebra la “Festa dell’albero”: Legambiente ne pianta 300 solo sul Vesuvio. Lecci, querce e corbezzoli per risanare la ferita inflitta dall’incendio del 2017. “Un albero per il clima – #ChangeClimateChange”, con questo slogan Legambiente promuove la magnifica manifestazione che si terrà per tutta Italia per il resto del weekend.

Legambiente promuove l’iniziativa con 500 appuntamenti in tutt’Italia, attraverso la piantumazione simbolica di nuovi alberi per tutto il weekend. Gli interventi saranno nelle aree colpite da eventi estremi, come il grande incendio che ha devastato il Vesuvio nel 2017.  3000 classi, con il coinvolgimento di oltre 60mila studenti, hanno risposto all’invito di Legambiente, per salvaguardare e  valorizzare la biodiversità, piantando 3500 piante. L’area del Vesuvio è la prima tappa della “Festa dell’Albero”, dove oggi alle 10 sono piantati 300 alberi, per risanare la ferita dell’incendio boschivo, che ha devastato oltre tremila ettari di terra.

Il progetto e, altresì, l’iniziativa, è stato realizzato grazie alla collaborazione con l’Ente Parco nazionale del Vesuvio e il Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Caserta. E ancora, grazie al contributo dei cittadini che continuano ad essere sostenitori di Legambiente. Infatti, Legambiente aveva scelto di mettere un contributo concreto per favorire il territorio campano, spesso devastato e dimenticato.

All’evento partecipano in tantissimi, tra cui Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, Mariateresa Imparato, presidente di Legambiente Campania, il responsabile Aree Protette Biodiversità di Legambiente Antonio Nicoletti. Ed ancora, il presidente Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, Stefano Donati, direttore Parco Nazionale del Vesuvio, il sindaco di Trecase Raffaele De Luca. Infine,  il Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Caserta e Salvatore Faugno dell’Università degli Studi di Napoli Federico II che ha provveduto al progetto esecutivo.

Ma, gli appuntamenti in Campania non finiscono qui. Domani Legambiente sarà presente a Montecorvino Pugliano, in provincia di Salerno, al Bosco San Benedetto, con gli alunni dell’istituto comprensivo. Giovedì 28 novembre, invece, nell’Istituto Comprensivo “Italo Calvino”, a Villaricca, saranno piantanti degli arbusti simbolici: l’aciacia per la scuola secondaria, simbolo di saggezza; il melograno, simboleggiante l’unità tra i popoli e la fertilità; l’alloro, allegoria di gloria e sapienza, per la scuola primaria. Infine, il mandorlo per la scuola dell’Infanzia, simbolo di resurrezione.

L’iniziativa è il l’introduzione dell’XI Congresso Nazionale di Legambiente: “il tempo del coraggio”, che si terrà dal 22 al 24 novembre al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa. Presenti al congresso 833 delegati da tutta Italia, oltre 60 ospiti e rappresentanti del mondo istituzionale, politico, della società civile, dell’impresa. L’Italia, attraverso l’incontro, discutere sulle gravi e grandi questioni ambientali che stiamo affrontando negli ultimi tempi.

“Un albero per il clima – #ChangeClimateChange”. È lo slogan che accompagnerà quest’anno la Festa dell’albero, l’iniziativa organizzata da Legambiente che ha promosso da domani, 21 novembre, e per tutto il week end, cinquecento appuntamenti in tutta Italia con la piantumazione simbolica di nuovi alberi.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più