Operazione Santa Claus: restituire il Natale ai bambini napoletani in difficoltà

Da ieri c’è stato il via alla XXIII edizione di “Dona un giocattolo“. L’iniziativa, che prende il nome di “Operazione Santa Claus“, è stata organizzata dall’associazione di volontariato no profit Asso.Gio.Ca (Associazione Giovani Cattolici) e avrà finirà il 24 dicembre.

Data l’emergenza sanitaria, saranno donati più di 400 giocattoli porta a porta, per permettere ai bambini delle famiglie in difficoltà di ricevere un regalo, mantenendo viva la gioia del Natale. I doni vengono distribuiti in base all’età e al sesso dei bambini.

Il presidente di Asso.Gio.Ca, Gianfranco Wurzuburger ha spiegato al tgr Campania:” I bambini scelti sono per lo più figli di genitori che durante il lockdown sono andati in difficoltà. Quindi noi li abbiamo aiutati con il paniere solidale, siamo arrivati ad assistere circa 600 famiglie, e i figli adesso riceveranno un giocattolo nuovo“.

All’iniziativa hanno aderito numerosi artisti, intellettuali e attori partenopei, insieme al Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli. Troviamo nomi importanti come Monica Sarnelli, Andrea Sannino, Peppino Di Capri e Anna Capasso, che contribuiranno alla distribuzione dei regali partita da piazza Mercato (sede dell’associazione).

La prima destinazione il quartiere di Forcella, seguito poi da Materdei, periferie di San Giovanni e Secondigliano. Sono già tantissimi i ragazzi che, con il costume da Babbo Natale, hanno citofonato ai bambini di Napoli per consegnare loro i regali, accompagnati sempre dai carabinieri.

E’ meravigliose vedere come i giovani soprattutto si diano da fare in una situazione di emergenza come questa e per di più nel periodo di Natale. Questa è infatti una delle tante iniziative di beneficenza , sopratutto dedicate ai bambini, che fanno onore a Napoli e alla Campania.

Potrebbe anche interessarti