Giornata della Memoria a Capodimonte: in mostra le opere trafugate dai nazisti

Giornata della Memoria Museo CapodimonteIl Museo e Real Bosco di Capodimonte celebra la Giornata della Memoria con una mostra sulle opere trafugate durante la seconda Guerra Mondiale e recuperate da un agente segreto. Sabato 29 gennaio 2022 il Museo e Real Bosco di Capodimonte, in collaborazione con Le Nuvole, propone una mostra per ricordare le vittime dell’Olocausto.

L’iniziativa dal titolo Restituzioni prevederà una visita guidata nelle sale del Museo accompagnata da uno storico dell’arte, che mostrerà le opere che furono trafugate durante il periodo fascista, mentre si combatteva la Seconda Guerra Mondiale e c’era il controllo di Mussolini e del Fuhrer.

Opere di Tiziano, Battistello Caracciolo, Filippino Lippi, Colantonio e Parmigianino sono solo alcune testimonianze del cospicuo tesoro trafugato e restituito all’Italia da un agente segreto, il cui nome è Rodolfo Siviero. Storico dell’arte e intellettuale italiano, Siviero è passato alla storia soprattutto per la sua attività di recupero e restituzione delle opere barbaramente deportate durante la Seconda Grande Guerra.

Nel 1946 il Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi elesse Rodolfo Siviero Ministro plenipotenziario, con l’incarico di scovare e riportare in Italia tutte le opere d’arte illecitamente condotte oltre alpe dai nazisti. Questa attività fu eseguita egregiamente dal Ministro fino alla fine della sua vita avvenuta nel 1983, donando a noi un patrimonio culturale e artistico che diversamente sarebbe andato perduto o distante dal luogo d’origine.

I biglietti d’ingresso, dal costo di 7 euro, sono acquistabili sia sul sito del Museo e Real Bosco di Capodimonte, sia in loco presso la biglietteria. Il requisito necessario per l’accesso al museo è il possesso da parte dei visitatori del Super Green Pass e della mascherina.

Potrebbe anche interessarti