A Napoli la mostra “Pianeta Pandemia”: la storia delle malattie dal vaiolo al Covid

E’ stata inaugurata a Napoli la mostra “Pianeta Pandemia”. L’esposizione racconta le più importanti malattie infettive e i rimedi più efficaci per affrontarle.

Pianeta Pandemia, la mostra a Napoli

Ma non solo, un viaggio anche tra i vaccini attraverso i secoli fino al Covid-19, con un focus sul vaiolo e sulla scoperta della penicillina ad opera del napoletano Vincenzo Tiberio, precursore di Fleming.

La mostra “Pianeta Pandemia. Storie virali di contagi e rimedi”, è stata inaugurata oggi nell’ex Ospedale della Pace in via dei Tribunali a Napoli, a cura del Museo delle Arti Sanitarie e Storia della Medicina di Napoli.

La mostra – spiega ad Ansa.it Gennaro Rispoli, direttore del Museo di Arti Sanitarie – ha carattere scientifico e divulgativo, vuole chiamare a raccolta le scuole della Campania per fornire una panoramica sulle più note malattie infettive della storia e sulle pratiche vacciniche che sono state in grado di contrastarle e debellarle, puntualizzando che Napoli fu uno dei centri di maggiore interesse nel campo scientifico“.

Presenti all’inaugurazione De Luca e Manfredi

Questa mattina – ha commentato il governatore della Campania Vincenzo De Luca – abbiamo inaugurato nel Palazzo dell’ex Ospedale della Pace di Napoli “Pianeta Pandemia. Storie virali di contagi e rimedi“. Una bella mostra che ci racconta di ieri, ma soprattutto ci parla dell’oggi, per esempio delle paure contro i vaccini, alimentate da quelle che oggi chiamiamo le #fakenews, e soprattutto delle tante vittorie ottenute dalla scienza in campo medico”.

“È un viaggio emozionante – prosegue – nella memoria collettiva che ci fa capire quanto storicamente povertà e malattia siano state legate da un doppio filo e ci ricorda come il progresso scientifico sia riuscito col tempo a spezzare questo rapporto per garantire il bene prezioso della salute a milioni di esseri umani. La Campania ha un posto di grande rilievo nella ricerca medico-scientifica grazie alla tradizione della scuola medica salernitana e delle istituzioni accademiche partenopee. Una tradizione che è anche un importante presente fatto di numerose eccellenze nella nostra sanità e dell’impegno di tanti operatori per garantire il diritto alla salute per tutti.

All’inaugurazione era presente anche il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi che ha sottolineato come il Comune “abbia voluto questa mostra – ha detto – perché lavorare per la prevenzione sanitaria è molto importante per la cultura ma anche per l’educazione. E infatti porteremo molte scuole di Napoli a visitarla per la formazione scientifica dei giovani oltre che culturale. E’ stata realizzata poi nella sede dell’Ospedale della Pace che ha un valore importantissimo per Napoli”.

Potrebbe anche interessarti