Dalla Campania al tetto d’Italia, Coez fa tappa a Napoli: come acquistare i biglietti

Foto: pagina Facebook ufficiale Coez

Parte proprio dalla vicina Nocera Inferiore la storia di Coez, vero caso discografico dello scorso anno con il successo “La musica non c’è” valso sei dischi di platino, oltre che la vetta nelle “hit italiane”. Un lungo viaggio dalla Campania per poi crescere nella sua formazione negli ambienti romani prima come writer, poi nella musica coi suoi primi collettivi “Circolo Vizioso” e “Brokenspeakers” prima dell’inizio, poi, della sua carriera solista con l’uscita del primogenito “Figlio di nessuno”.

Sarà venerdì 29 giugno sul palco dell’Arena Flegrea per un nuovo appuntamento del “Noisy Naples Festival”, che rende onore ai suoi intenti di trasversalità di contenuto. Infatti dopo performance che hanno visto protagonisti artisti internazionali come Bonobo e Noel Gallagher e la sua High Flyng Birds, tocca dare spazio a quelle piccole eccellenze italiane capaci di dare lustro a un genere tanto in voga ma fatto anche decisamente bene.

Coez, all’anagrafe Silvano Albanese, arriva a calcare il palco dell’anfiteatro partenopeo dopo un lungo tour invernale che ha portato a diversi sold out, con addirittura una doppia data al Palalottomatica di Roma e con alle spalle un pedigree che parla di oltre trenta milioni di stream su Spotify, e oltre cinquanta milioni di visualizzazioni su Youtube.

Riparte con il suo “Faccio un casino tour”, titolo omonimo del suo ultimo disco uscito a Marzo dello scorso anno con l’etichetta “Undamento”. L’album uscito a due anni di distanza dal precedente “Niente che non va”, è la ricetta perfetta del successo: album intimo e di contenuto formalizzato in un lavoro di grande qualità capace di unire le strofe da rapper a ritornelli melodici nella giusta commistione tra hip hop e musica pop.

Siamo certi che, dopo una serie di tutto esaurito in giro per l’Italia, il pubblico napoletano potrà dare la giusta accoglienza a questo artista in ascesa per quella che sarà l’unica data estiva campana del tour prima di riabbracciare la musica internazionale. Basti pensare che il giorno dopo la città e l’arena accoglieranno, direttamente dalla Germania, il re della musica techno Paul Kalkbrenner pronto a far ballare l’interna platea.

Ricordiamo che i biglietti per la struttura all’interno della Mostra D’Oltremare nel settore cavea bassa sono già esauriti, ma rimangono quelli per la cavea alta o centrale al prezzo di costo unico 22 euro più prevendita.

I biglietti sono disponibili online e cartacea presso i punti vendita autorizzati ETES o sul sito di Ticketone.

Potrebbe anche interessarti