Torre del Greco ed Ercolano protagoniste dello spot promozionale dell’Universiade

universiade Cresce l’attesa per l’Universiade 2019 che si terrà a Napoli dal 3 al 14 luglio prossimo. Ieri l’Universiade è passata anche per le città di Torre del Greco ed Ercolano. Nelle due città vesuviane è stato infatti girato il video promozionale dell’evento con i judoka della società Olimpic di Torre del Greco. Protagonisti del video, gli scenari della spiaggia vulcanica della litoranea corallina, e gli scavi di Ercolano. Di seguito vi mostriamo in anteprima una serie di scatti che mostrano gli atleti durante le riprese dello spot promozionale. 

Il 3 luglio si terrà la cerimonia di apertura allo stadio San Paolo di Napoli organizzata da Marco Balich. Il 4 inizieranno le competizioni di tutte le 18 discipline. Tra queste il Judo che dal 4 al 7 di Luglio presso la Mostra D’Oltremare ospiterà ben 76 nazioni e 500 atleti. Flash mob in in 6 città campane, tra cui le due vesuviane protagoniste del video promozionale dedicato a questa disciplina. Il video sarà pubblicato su tutti i canali social dell’Universiade e dalla Federazione Italiana FIJLKAM.

Protagonisti delle riprese, gli atleti della Olimpic Group, associazione senza scopo di lucro, con sede a Torre del Greco con alla direzione tecnica Sandro Piccirillo ed alla direzione sportiva Yuri Piccirillo. Attiva sul territorio sin dal 1984, l’associazione sportiva, ha ottenuto molteplici risultati nel corso degli anni al livello nazionale ed internazionale. Vanta infatti, diverse medaglie ai campionati italiani e a quelli d’Europa, del mondo ed ai giochi del mediterraneo nelle discipline del judo, del taekwondo e della Ginnastica artistica. All’associazione è stata conferita la Stella di Bronzo al merito sportivo e la Medaglia d’onore. 

L’Associazione ha ormai assunto un ruolo delicatissimo all’interno del tessuto sociale torrese; l’insegnamento sportivo ha rappresentato negli anni l’anima di un sistema efficiente fondato non solo sulla promozione di attività, nella maggioranza dei casi svolte in modo assolutamente gratuito, diretta a favorire il recupero dei giovani a rischio e l’inserimento nel tessuto sociale di giovani diversamente abili ma anche sulla diffusione di messaggi di solidarietà, fratellanza e rispetto tra le famiglie che oggi più che mai soffrono una profonda crisi non solo sociale ma anche economica. 

Artefice di tutto ciò, il Maestro Sandro Piccirillo, che ha iniziato a praticare sport nel 1971. Già all’età di 10 anni praticava judo e calcio. Nel 1972 ha cominciato a seguire le Olimpiadi e sempre nello stesso anno vinse vari titoli regionali e trofei nazionali. All’età di 18 anni l’iscrizione all’I.S.E.F era una tappa obbligata e al termine dei suoi studi che ha conseguito con 110 e lode ha poi cominciato ad insegnare judo in una palestra torrese, la Budokwai. Poi il 1982-83 sono gli anni dell’impegno presso la Polisportiva di Leopardi e nel 1984 – nell’anno delle Olimpiadi di Los Angeles – aprì l’Olimpic Center. In 34 anni i suoi atleti hanno conseguito 70 titoli d’Italia – dai giovanissimi agli assoluti. Vincendo ben 12 medaglie tra Campionati del mondo, Europei, Giochi del Mediterraneo, Mondiali militari, Universiadi. Sandro Piccirillo è stato premiato anche con la medaglia d’onore al merito sportivo ed è stato manager di Pino Maddaloni (polizziotto di Scampia) campione olimpico di judo a Sydney nel 2000. Attualmente è direttore tecnico regione Campania e tecnico nazionale italiana giovanile di Judo. Ha inoltre stage in tutta Italia, in Australia, Brasile, Israele ed altre nazioni europee.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più