Ag. Higuain: “Gonzalo è disperato ma se la legge è uguale per tutti…”

Nicolas Higuain

All’indomani della batosta subita ad Udine, c’è chi torna a parlare dell’episodio capitato ad Higuain ad un quarto d’ora dal termine del match contro i friulani. Regolamento alla mano, Il Pichichi del Calcio Napoli e della Serie A con 30 gol all’attivo in 31 presenze da titolare dovrebbe subire una pesante squalifica (tra le 3 e le 4 giornate) che andrebbe a compromettere la sua corsa alla scarpa d’oro e, in generale, il finale di campionato di tutta la squadra.

“Se la legge è uguale per tutti, allora Higuain deve essere squalificato solo una giornata.  Esordisce così ai microfoni di Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” il fratello e procuratore dell’argentino, Nicolas Higuain, il quale si mostra profondamente deluso per quanto accaduto al suo assistito: “La testata di Bonucci non è stata punita col rosso, il gesto di mio fratello si, quindi mi aspetto che lo allontanino solo per una gara”. Gonzalo? L’ho visto triste e  arrabbiato ma a giudicare da quanto avvenuto, non mi sento di dargli torto. La sua reazione è frutto del fallo che ha subito da Felipe non sanzionato dall’arbitro che ha preferito attendere la sua reazione prima di prendere provvedimenti. La dignità e l’orgoglio vengono prima di tutto ma quando vedi tutte queste cose inizi a pensare male…“. “Verona? Partita da vincere ad ogni costo. Mancano ancora 7 incontri e, se la matematica non è un’opinione, allora il Napoli può ancora aspirare alla vittoria del tricolore. Certo, la Juve è a +6 e non accenna a rallentare ma la prossima ce l’ha a Milano, campo sempre ostico”. “Dopo la partita di ieri, ho finalmente capito cosa intendeva Maradona dicendo che vincere a Napoli è più di un’impresa. All’epoca c’erano Milan, Inter e Roma che erano fortissime e la grandezza di Diego è incredibile perché vincere qui è quasi impossibile”. 

Potrebbe anche interessarti