Multe SSC Napoli. Damiano Tommasi: “Abbiamo parlato con la squadra e ci siamo messi a disposizione”

NAPOLI – Mercoledì sera il Napoli è impegnato a Liverpool in quella che potrebbe essere la partita decisiva della stagione. Nonostante ciò, le attenzioni sembrano essere tutte rivolte alle multe di circa 2,5 milioni ad indirizzo dei giocatori azzurri, responsabili dell’ammutinamento dopo la partita contro il Salisburgo. Ad alcuni giocatori verrà trattenuto il 50% dello stipendio. Dell’argomento ha parlato oggi la Gazzetta dello Sport intervistando il presidente AIC – Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi.

A proposito della difficile situazione in casa Napoli, Tommasi ha dichiarato: «È una situazione strana, particolare. Noi abbiamo parlato con la squadra e ci siamo messi a disposizione. Ora bisognerà capire quali saranno le reali contestazioni della società. Perché io quella sera nello spogliatoio non c’ero e non posso sapere come siano andate le cose. E se qualcuno, da qualsiasi parte, abbia sbagliato».

A proposito della responsabilità del ritiro, Damiano Tommasi ha affermato: «Quello che posso ribadire, in linea di principio, è che la scelta eventuale di ritiro è una competenza tecnica. E Ancelotti pubblicamente ha detto di non esser d’accordo con la proposta di ritiro fatta dal presidente De Laurentiis. Poi nella fattispecie bisognerà capire se e come la richiesta di andare in ritiro è stata formalizzata. Aspettiamo arrivino queste lettere e poi noi siamo pronti a dare tutta l’assistenza legale del caso ai giocatori».

La Gazzetta ha intervistato anche l’avvocato Eduardo Chiacchio, tra i maggiori esperti di diritto sportivo. «De Laurentiis – ha dichiarato – avrà le sue buone ragioni, sulle quali ha ragionato con gli esperti che lo circondano, per scegliere questa linea dura. E poi questa situazione ha una valenza particolare perché siamo ancora a inizio stagione ed è evidente che la società voglia ristabilire immediatamente le regole per non rischiare sul risultato sportivo».

A proposito del ritiro, Chiacchio ha affermato: «Le decisioni spettano al club, allenatore e giocatori sono dipendenti e devono rispettare le scelte dirigenziali. Infatti Ancelotti è andato in ritiro e non sarà multato».

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più