Europeo, Matteo Politano fuori dai convocati della Nazionale: al suo posto Raspadori

Foto Instagram – Matteo Politano

Nella tarda serata di ieri, il commissario tecnico Roberto Mancini ha diramato l’elenco ufficiale dei 26 convocati per l’Europeo in programma dal prossimo 11 giugno. Qualche sorpresa l’abbiamo avuta un po’ tutti, rimasti basiti dall’assenza di Politano. È vero, quando gioca l’Italia nel nostro Paese ci sono all’incirca 40 milioni di allenatori ma la scelta di lasciare a casa Politano proprio non ce la spieghiamo.

L’ala del Napoli, che quest’anno ha fatto un’ottima stagione, ha avuto la “peggio” nei confronti del giovanissimo Giacomo Raspadori – convocato a sorpresa all’ultimo momento – e di Federico Bernardeschi. Il calcio non è una scienza esatta, Mancini avrà avuto le sue motivazioni per fare una scelta del genere ma, mettere da parte un ragazzo che in tutta la stagione ha fatto 11 gol e 4 assist regalando molte volte prestazioni ottime può sembrare un azzardo.

Molti tifosi egoisticamente saranno contenti, potranno pensare “meglio Politano si riposa“, che è pure vero ma la botta psicologica per il ragazzo sarà difficile da mandare giù ad un passo dal sogno.

Bene invece per gli altri 3 azzurri: Di Lorenzo, Meret e Insigne, che già erano quasi certi della loro presenza. Il capitano del Napoli, avrà certamente un ruolo fondamentale nello scacchiere azzurro, mentre probabilmente il terzino un ruolo più marginale. Per quanto riguarda il giovane portierone sarà il secondo o il terzo di Gigio Donnarumma.

Record Napoli, 12esima stagione consecutiva in Europa

Il Napoli, con Politano presente in rosa, avrebbe potuto eguagliare un suo vecchio record. Solamente nel 1988 era riuscito a portare in nazionale 4 suoi giocatori. L’ex inter escluso non è comunque l’unica sorpresa delle convocazioni. A restare a casa saranno anche il difensore della Roma, Gianluca Mancini e il centrocampista dell’Atalanta Matteo Pessina.

Scelte certamente difficili per il CT Mancini che avranno reso felice qualcuno e certamente più triste qualcun altro, sperano però che nel corso dell’Europeo tutto vada per il meglio e ci dimentichiamo di questa piccola parentesi che non farà felice il nostro Politano.

 

Potrebbe anche interessarti