FOTO e VIDEO/ Delirio per la presentazione della statua di Diego Armando Maradona

statua maradona
Foto Ettore Scamarcia (Vesuvio Live)

Oggi è un giorno tanto atteso quanto triste per Napoli. Finalmente la città e il suo popolo hanno avuto in regalo la statua di Diego Armando Maradona, ad un anno dalla sua scomparsa. L’opera dell’artista napoletano Domenico Sepe è stata esposta all’esterno dello stadio Maradona dove ad attenderla c’erano tantissimi tifosi.

Tifosi arrivati anche dall’argentina, soprattutto del Boca Juniors, che già da ieri hanno invaso le strade di Napoli con gli inconfondibili colori giallo e blu che si sono mischiati all’azzurro dei napoletani. Un amore eterno per Diego, un amore che non si affievolirà mai per quel giocatore che è stato simbolo di riscatto per la città di Napoli e il suo popolo.

Foto Ettore Scamarcia (Vesuvio Live)

La statua resterà visibile fino alle ore 22 di oggi, in attesa della sua definitiva collocazione che sarà effettuata nelle prossime settimane. Il monumento è in bronzo e poggia su una base in pietra vulcanica alta due metri; in totale l’opera raggiunge un’altezza di circa 4 metri. La scultura è realizzata secondo la tecnica della fusione a cera persa, la stessa adoperata dagli antichi greci.

Foto Ettore Scamarcia (Vesuvio Live)

Quello della statua però non è l’unico omaggio che oggi ha preso vita a Napoli. Questa mattina il presidente della società azzurra, Aurelio de Laurentiis, ha omaggiato il murale di Diego ai Quartieri Spagnoli accompagnando una delegazione di tifosi del Boca Juniors.

Durante tutta la mattinata non sono mancati i messaggi dei compagni di squadra, dei suoi tifosi, di tutto il mondo del calcio e ovviamente di uno dei sui figli, Diego Armando Maradona Jr che ha voluto pubblicare un pensiero sui social per suo padre: “Potresti scendere almeno per un minuto, farti abbracciare, ridere un po’ con me“.

Un anno senza Diego Armando Maradona, un anno senza il più grande calciatore di tutti i tempi, un anno in cui i cuori di Napoli e della sua Argentina si sono rotti per sempre.

Potrebbe anche interessarti