Insulti razzisti a Koulibaly, identificato il tifoso grazie alle telecamere: avviato iter per il Daspo

Identificato e denunciato il tifoso dell’Atalanta per gli insulti razzisti rivolti al difensore del Napoli Kalidou Koulibaly.

Identificato e denunciato il tifoso

La denuncia per il 40enne è partita dalla Digos della questura di Bergamo. Alla fine della gara tra Atalanta e Napoli di domenica scorsa, al Gewiss Stadium di Bergamo, è partito l’insulto razzista dalla Curva Nord dello stadio, che ospita i tifosi dell’Atalanta. Ripreso da un video amatoriale di un altro tifoso si vedono alcuni giocatori del Napoli imboccare il tunnel degli spogliatoi al termine della partita.

L’identificazione del tifoso è avvenuto grazie alla visione delle immagini della videosorveglianza dello stadio. Il quarantenne oltre a rivolgersi a più riprese con insulti nei confronti dei giocatori azzurri, è stato immortalato anche mentre lanciava in campo un bicchiere di birra. Avviato per lui anche l’iter per il Daspo. A dirlo è Ansa.it.

Insulti razzisti a Koulibaly

Al termine della gara i giocatori del Napoli sono stati fischiati e vittima degli insulti è stato il difensore senegalese. In un video, postato sui social da Maurizio de Giovanni, si sentono i tifosi denigrare Koulibaly per il suo colore della pelle. Insultato anche l’attaccante Dries Mertens.

Potrebbe anche interessarti