De Laurentiis: “Fino al primo scudetto non avete vinto nulla. Voglio lo Scudetto”

De Laurentiis: "Fino al primo scudetto non avete vinto nulla. Voglio lo Scudetto"Il Presidente Aurelio De Laurentiis ha presentato il ritiro del Napoli che si svolgerà, anche quest’anno, a Castel Di Sangro con una conferenza stampa a Palazzo Petrucci trasmessa in diretta social da CalcioNapoli24. Sono diversi i temi toccati dal patron, che non è mai banale quando prende la parola.

De Laurentiis: “Voglio vincere lo Scudetto”

L’obiettivo del prossimo anno non sarà quello di vincere lo Scudetto, che però vuole riportare – prima o poi – all’ombra del Vesuvio: “Non possiamo dissanguarci per i rinnovi. Lo Scudetto quest’anno l’ha vinto il Milan che, rispetto a noi, ha 40 milioni in meno di monte ingaggi: questo vuol dire che noi dobbiamo rimetterci sui binari della regola che ci ha fatto da guida in tutti questi anni. Nella SSC Napoli non si era mai avuta la continuità che esiste da quando sono io il presidente. Perché voi dal 1926 fino al primo scudetto non avete vinto nulla, in 60 anni? Allora, non potete rimproverare a me che non voglio vincere lo Scudetto. De Laurentiis vuole vincere lo Scudetto, ma ci sono delle regole e sono anche scaramantico. Faremo di tutto per riportare a Napoli lo Scudetto. Ma dovremo essere tutti insieme e se non ce la faremo non dovremo deprimerci perché noi siamo il Napoli”.

La lotta contro il sistema

“Abbiamo avuto una classe arbitrale che per tanti anni ha fatto quello che ha fatto, poi c’è stato Calciopoli. Per avere il VAR ci siamo dovuti battere come dei pazzi. L’Italia è stata la prima ad utilizzarlo, male, perché comunque la casta va rispettata. Non si dà all’allenatore la possibilità di chiamare il VAR. Anche il sistema di gioco condiziona la spettacolarità. Tutti questi condizionamenti che io trovo brutalmente limitanti fanno sì che o imbrogli, e allora vinci per un tot numero di anni, o competi e allora puoi anche perdere. Nella vita si perde, si vince e si pareggia. Se parlo e non vinco, poi faccio una figuraccia. Allora uno tace”.

Potrebbe anche interessarti