Herculaneum, Squillante: “Siamo solo al 30%”

Luigi Squillante

Gettare acqua sul fuoco è un po’ il mestiere degli allenatori, ma uno che ha realizzato il record di risultati utili consecutivi in una stagione (dalla A alla 3° categoria) non ha certo paura di nascondersi dietro le solite frasi fatte. Luigi Squillante parla chiaro nel post partita di Herculaneum-Stasia Soccer: “Oggi credo che abbiamo visto solo il 30% di quanto provato durante la settimana. Nonostante il 7-2 rifilato ai nostri avversari credo, infatti, che abbiamo ampi margini di miglioramento. Voglio dire che dobbiamo diventare ancora più squadra, migliorando dove possiamo e continuando a lavorare. Sono comunque molto soddisfatto della gara di oggi. Non è tanto per il risultato o per i 17 gol fatti in due partite. Mi interessa che stiamo crescendo come squadra. Rispetto a Mondragone abbiamo fatto grossi passi in avanti. Lì salvai solo il risultato. Per il resto non ero molto soddisfatto, oggi lo sono molto di più, ma siamo ancora da 7-8. Possiamo, invece, ancora meglio”.

Il neo-allenatore dell’Herculaneum si riferisce forse ai due gol presi sul 5-0, che non sono piaciuti molto al direttore sportivo Marco Mignano: “Ci siamo rilassati per un paio di minuti, prendendo due gol simili. Abbiamo giocato comunque una gran partita. Detto ciò, resteremo coi piedi per terra e per noi tutte le partite saranno uguali, le giocheremo son la stessa mentalità. Personalmente non ho dubbi sul valore della squadra, ma dobbiamo essere concentrati per 95 minuti, e dobbiamo lavorare ancora, senza cali di concentrazione, seguendo le direttive del mister. Ora testa alla partita di Volla”.

Un partita nella quale sicuro protagonista sarà ancora una volta Vincenzo Caso Naturale, a segno ter volte contro lo Stasia: “Oggi abbiamo fatto una grande partita, siamo stati eccezionali dal punto di vista tattico e del gioco. Per me è importante segnare, abbiamo tutti il morale alto e poi con El Ouazni, Tufano e Pianese è tutto più facile. Sono grandi giocatori e mi trovo benissimo con loro”.

FONTE: Ufficio Stampa A. S. D. Herculaneum 1924, Dario Gambardella

 

Potrebbe anche interessarti