Higuain: “Torino è la città perfetta per me, non mi pento della scelta. I soldi…”

E’ stato accolto con fischi assordanti per oltre 90 minuti di gioco. Il ritorno a Napoli di Gonzalo Higuain non sarà certamente un momento felice da ricordare per l’argentino. I napoletani si sono sentiti traditi dal loro numero 9. Non tanto perché ha deciso di lasciare l’azzurro, ma perché ha deciso di andare a Torino, indossando la maglia della “odiata” Juventus.

Higuain sarà ricordato a lungo dai napoletani come il traditore per eccellenza. Nonostante, da parte sua, ci siano state sempre parole dolci e d’affetto per la città e per i napoletani. Questa mattina, La Gazzetta dello Sport anticipa un’intervista rilasciata ai microfoni di Icon, magazine di Panorama. Tanti i passaggi significativi. In particolare, Higuain spiega il motivo che lo ha spinto ad andare alla Juventus. Questione di soldi? Non proprio

“I giornalisti sportivi parlano sempre di soldi, questo non lo capisco. Gli ingaggi sono alti, certo, ma credo però che nessun calciatore pensi solo ai soldi – spiega Gonzalo – quando si cambia squadra lo si fa per stare bene con se stessi, per essere felice. Io ho preso i miei rischi e non sono pentito delle scelte che ho fatto”.

Prosegue: “Non conoscevo Torino, mi raccontavano che era una città bella e tranquilla e ora posso affermare che sia vero. Sono felice della scelta che ho fatto perché ho raggiunto una certa serenità dentro e fuori dal campo, che era quello che cercavo. A livello lavorativo e a livello personale penso di aver fatto una scelta perfetta”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più